SITI PER RIFIUTO UMIDO, “SPAZIO CALeS OCCUPATO”: “SIAMO DI NUOVO SOTTO ATTACCO!”

0

SPARANISE (CE) – “Siamo di nuovo sotto attacco!”, comincia così il manifesto del comitato Spazio CALeS Occupato alla notizia di nuovi insediamenti per il trattamento di rifiuti in una zona già martoriata .

“È di qualche settimana fa – spiegano nel manifesto –  la notizia che due società hanno fatto richiesta di autorizzazione alla Regione Campania per la realizzazione di due siti di trattamento di rifiuto umido nell’area ex-Pozzi, a due passi dalla discarica abusiva di rifiuti tossici più grande d’Europa e della centrale turbogas da 800 Megawatt.

Le due richieste sono state avanzate dalla Garden Srl e dalla Alekos Spa per il trattamento complessivo di circa 76 mila tonnellate di rifiuti all’anno che, se sommate a quelle degli altri due impianti, il sito di stoccaggio dei Fratelli Gentile e quello della Euthalia che vogliono realizzare nella vicina Pignataro Maggiore, porteranno nell’Agro Caleno circa 180 mila tonnellate all’anno di rifiuti da smaltire.

Mentre i siti pubblici e già realizzati restano fermi.

Il nostro è un secco NO a tutto questo!

Un NO perché il nostro territorio è già compromesso dalla presenza della discarica ex-Pozzi, che aspetta da più di tre anni una bonifica.

Un No perché la centrale termolettrica già ci consegna il triste primato degli sforamenti di Pm10 tra i più alti in Campania”.