PRECARI SANITÀ: IL MOPASS CHIEDE IL RISPETTO DEGLI IMPEGNI

0
15

NAPOLI – Continua la battaglia dei MoPASS per la stabilizzazione dei precari nella sanità campana. Un nodo ostico che De Luca non è riuscito ancora a sciogliere.

“Il 31 Dicembre – afferma il MoPASS – in Regione Campania scadranno i contratti dei lavoratori precari della sanità che si  apprestano a vivere quindi l’ennesimo Natale di apprensione in un baratro che sembra non avere  mai fondo. Eppure quest’anno sembrava dover essere diverso. Il 23 Marzo con un accordo Regione–Sindacati si dava avvio alle procedure di stabilizzazione per tutti i lavoratori precari aventi diritto  “per legge”. Il 13/07/2018 la Direzione Generale della Regione per la Tutela della Saluta emanava  le linee guida tecniche per procedere. Eppure tutto è ancora fermo. Anzi, la stabilizzazione è stata  legata, al contrario delle procedure concorsuali ordinarie e delle mobilità, in maniera inspiegabile  all’approvazione del Piano Ospedaliero da parte del Ministero, e che dovrebbe essere discusso a  Roma il 17 Dicembre. Come se per i concorsi ordinari e le mobilità invece non occorresse…  Siamo stanchi e provati da oltre un decennio di soprusi normativi, tutele contrattuali, siamo  sottopagati, ed anche oggi quando tutte le norme sembrano a favore, ci sono ancora STOP.  Chiediamo come da LINEE GUIDA REGIONALI che il Governatore vigili sul RINNOVO  IMMEDIATO di TUTTI i Lavoratori Precari che contribuiscono al mantenimento dei LEA  attraverso una nota a tutte le aziende sanitarie, e che si dia finalmente il via alle procedure riservate  per le stabilizzazioni con l’approvazione dei singoli piani del fabbisogno espletando le procedure  nel modo stabilito.