COLLEZIONE DEL PALARTI: UNA SFIDA EDUCATIVA

0

CAPODRISE – «La Collezione sarà, soprattutto, una sfida educativa». Ne è convinto il sindaco Angelo Crescente. Con la prima edizione di Capodrise Contemporanea, il Palazzo ha già reinterpretato i concetti di aula e di lezione, con i ragazzi impegnati in laboratori di disegno dal vero tra le opere in mostra. Con la pinacoteca contribuirà, insieme alle scuole partner, a superare la didattica convenzionale, consapevoli che per la formazione dei cittadini del futuro è essenziale il sapere di sé e la relazione con il mondo che ci circonda. «È l’intreccio delle conoscenze, dei comportamenti e degli stimoli, è la ricerca della bellezza – spiega Crescente –, che genera effetti positivi sui nostri ragazzi e sull’ambiente. Di questa sfida sono consapevoli i dirigenti scolastici del Presidio culturale territoriale, Maria Belfiore, Diamante Marotta, Domenico Caroprese, Aldo Improta e Alfonsina Corvino, che, il 21 dicembre, hanno scelto di esserci e di ribadiranno il loro impegno al fianco del Palazzo; i docenti del Comitato didattico e gli studenti, dal cui entusiasmo ha tratto nutrimento La Collezione».

Alla presentazione, in aula consiliare, alle 18:30, parteciperanno anche il presidente della Fondazione “Mario Diana” Antonio Diana, Giorgio Magliocca, presidente della Provincia di Caserta, e monsignor Giovanni D’Alise, vescovo di Caserta. L’evento sarà accompagnato dalle note dell’Orchestra dell’istituto “Gaglione” di Capodrise, con i professori Domenico Ventrone al violino, Primo Aquilini alla chitarra, Angelo Abate e Franca Volpicelli al pianoforte e alle tastiere, e Cristofaro Di Caprio al sassofono. Una contaminazione, nella migliore tradizione dell’arte, tra musica, pittura, scultura, emozioni.