OSPEDALE, FERRANTE METTE “LE PEZZE” AI LIMITI DEL PRIMARIO…

(f.n.) – L’Aorn delle Sette Meraviglie…il mega super extra primario di Chirurgia Generale ed Oncologica, con aspirazioni capodipartimentali, non è in grado di operare la tiroide?,  il primario ha campato di rendita “chirurgica” fino a quando è rimasto in servizio il chirurgo Cesario Nicola Villano, che operava, appunto,  la tiroide?, il primario ha inoltre dimostrato di non essere in grado di insegnare ai suoi chirurghi ad effettuare una tiroidectomia?, e qual è il problema?…mamma Aorn gli “affitta” il necessario per continuare a giocare al chirurgo di classe…Stipula una bella convenzione con l’Università degli Studi…coopta un chirurgo esperto di tiroidectomia e che sia in grado soprattutto di addestrare i figli di…o i parenti di…scusate…i giovani chirurghi del caso…e, come si recita nel gran finale delle migliori favole dei Fratelli Grimm… vissero tutti felici e contenti…Ah! dimenticavamo il capitolo più importante…A chi affiderà l’Aorn il prestigioso ed esaltante incarico di sovrintendere, per conto dell’Aorn di Caserta, all’esecuzione delle attività di cui sopra?…ma naturalmente al primario di Chirurgia Generale…eacchissennò? E se a qualcuno pungesse vaghezza di pensare a noi come a degli impertinenti oltre che brutti, sporchi e  cattivi…è appena il caso di ricordare ai geni dell’approssimazione interpretativa, che lo stesso primario, dottor Ferdinando Salzano de Luna, con nota 23943/i dell’11 settembre 2018 e 26532 del 9 ottobre 2018, rappresentava alla direzione generale dell’Aorn “l’eventualità ricostitutiva del trattamento della patologia tiroidea, cessata con il collocamento in quiescenza dell’unica figura professionale preposta a tale attività”, e come recita la delibera 6 del 3 gennaio u.s., lo stesso primario offriva la soluzione che, a quanto pare la direzione strategica si è affrettata ad accettare…Ma noi ne abbiamo visti e rivisti di giochetti di abilità…Poiché dubitiamo fortemente che il dottor Villano non abbia avuto collaboratori volenterosi ed interessati a specializzarsi…ci chiediamo quali siano i motivi per i quali a distanza di un anno il primario faccia questa plateale dichiarazione di impotenza. Scusate ma… nel corso del 2018 come sono stati gestiti i casi che richiedevano un intervento chirurgico sulla tiroide?, non stiamo parlando di intervento a cuore aperto con circolazione extracorporea …non è vero?, stiamo parlando di un intervento importante, perché tutti gli interventi chirurgici sono importanti  e stiamo affermando che per realizzarlo l’Aorn deve stipulare una convenzione con l’Università …Allora …noi non siamo soltanto brutti sporchi e cattivi…ma siamo anche diffidenti, molto… e riteniamo che si stia semplicemente allestendo una palestra dotata di istruttori all’altezza per chirurghi aspiranti alla Chirurgia tiroidea ai quali saranno offerte opportunità negate ad altri…Inoltre , a proposito di convenzione con l’Università…la norma vuole che sia specificato “come” si intenda formare il personale poiché i corsi accreditati hanno regole ben precise…tasse da pagare all’AGENAS, nomina del direttore scientifico, curricula e programmi dei relatori, modalità di pagamento e tempi burocratici per l’approvazione…Non si legge nulla di ciò nella delibera e poi….quel termine… “paramedico”…”parasanitario”….! Nel 2019 c’ è ancora qualcuno che non sa  o fa finta di non sapere che il termine non esiste, perchè non significa niente… Tutto ciò che viene in mente in questo momento è un quesito irriverente…ma necessario… Sarebbe mai venuto in mente, secondo voi, a Trovello, Falco, Tritto, Melorio, Cincotti, Belfiore ed altri… di scrivere al direttore generale dichiarando qualcosa  di simile a quello che ha dichiarato il primario di Chirurgia generale? Noi crediamo che si sarebbero fatti tagliare una mano senza anestesia, anziché farlo…Ma i tempi cambiano…e cambiano i primari ed oggi… il primario di Chiurgia Generale ed Oncologica con aspirazioni capodipartimentali getta la spugna…in faccia alla dignità collettiva. Ma chi getta la spugna in faccia ai regolamenti invece sono quei bravi amministrativi che continuano a sottoporre alla firma del direttore generale che evidentemente firma sulla fiducia, inesattezze ed errori…un caso?, una distrazione?, la solita incompetenza o la malafede?…A proposito ma… quanti interventi chirurgici all’anno effettua il primario della Chirurgia Generale ed Oncologica? Hasta la vista!

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+