SESSA: AL “SAN ROCCO” NOMINATO IL RESPONSABILE DEL PRONTO SOCCORSO

SESSA AURUNCA – Il Comitato “San Rocco Bene Comune” esprime soddisfazione per il raggiungimento di un altro importante obbiettivo: la nomina di un Responsabile del Pronto Soccorso. La Dottoressa Valeria Villa è stata infatti nominata referente della Unità Operativa Semplice di Pronto Soccorso del San Rocco. Con il conferimento di questo incarico si fa fronte ad una esigenza di carattere organizzativo e funzionale della quale fino ad oggi, inspiegabilmente, pochissimi si erano preoccupati, e che era tra le richieste prioritarie avanzate dal Comitato in sede di confronto con il Direttore Generale ed il Direttore Sanitario.

Cogliamo l’occasione per  fare gli auguri di buon lavoro alla Dott.ssa Villa per il nuovo, delicato incarico. Il Comitato sarà al suo fianco e sosterrà ogni iniziativa volta al potenziamento del Pronto Soccorso a partire dalla questione O.B.I., in merito alla quale ricordiamo l’impegno assunto sia dal Direttore Sanitario che dal Direttore Generale, ed attendiamo con fiducia l’attivazione di due posti letto per la Osservazione Breve Intensiva con l’arrivo di quattro nuovi infermieri ad essi dedicati entro il 31 del corrente mese.

Ringraziamo il Direttore Sanitario, Dott. Moretta, per aver tenuto fede alla parola data su questo punto specifico, pur non esimendoci dal manifestare seria preoccupazione per il dilatarsi dei tempi di risoluzione di due altre urgentissime problematiche:  l’installazione del nuovo macchinario per la TAC e l’arrivo del nuovo medico cardiologo presso la UOC di Cardiologia, che versa ancora oggi in condizioni di carenza di personale.

Per quanto riguarda la TAC, in particolare, il Comitato ha ricevuto rassicurazioni da parte del Direttore Moretta che i lavori di adeguamento della pavimentazione, del cablaggio e del sistema di alimentazione partiranno nella settimana entrante, e che i tempi più lunghi sono dovuti al fatto che è stato possibile acquistare un macchinario con un software a 128 slices di risoluzione anziché quello a 64 preventivato. Ricordiamo che l’attuale macchinario per la TAC in dotazione al San Rocco ha una capacità di risoluzione, ove perfettamente funzionante, di 8 slices. Sulla questione TAC, nonostante la soddisfazione per la possibilità di avere finalmente una macchina all’avanguardia, la preoccupazione del Comitato è massima: ogni giorno di ritardo è un giorno nel quale il nostro Ospedale opera con un macchinario obsoleto e malfunzionante, per quanto fondamentale.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+