“GIÙ LE MANI DALL’ITALIA CHE LAVORA E CHE PRODUCE”: LA PROTESTA DI FI

0

SABATO 26 GENNAIO GAZEBO DEI GILET AZZURRI DI FORZA ITALIA A CASERTA, IN PIAZZA MARGHERITA, DALLE ORE 10 ALLE ORE 20

SARRO E MAGLIOCCA: “SPIEGHEREMO IL NOSTRO NO ALLA MANOVRA E LE NOSTRE PROPOSTE, INSIEME AGLI AMMINISTRATORI LOCALI, ALLA SOCIETÀ CIVILE E ALLE CATEGORIE PRODUTTIVE, E CELEBREREMO I 25 ANNI DI FORZA ITALIA”

CASERTA – Gilet azzurri di Terra di Lavoro in piazza domani, sabato 26 gennaio, a Caserta in occasione della giornata di mobilitazione contro le politiche del governo gialloverde lanciata a livello nazionale dal presidente Silvio Berlusconi.

Il coordinamento provinciale di Forza Italia sarà in piazza Margherita, nella città capoluogo, con un proprio gazebo che rimarrà aperto dalle 10 del mattino e fino alle 20 di sera e che vedrà dirigenti, iscritti, militanti e simpatizzanti indossare i gilet azzurri ed incontrare i cittadini per distribuire volantini e spiegare i motivi della iniziativa che il partito terrà contemporaneamente nelle principali piazze italiane, anche per celebrare i 25 anni dalla sua nascita, avvenuta il 26 gennaio 1994 grazie alla felice e lungimirante intuizione del Presidente Berlusconi.

Alle ore 11,30, sempre presso il gazebo di piazza Margherita, il presidente provinciale Carlo Sarro, il coordinatore provinciale Giorgio Magliocca, la senatrice della Repubblica Sandra Lonardo, il consigliere regionale Massimo Grimaldi, i movimenti Azzurro Donna e FI Giovani, i sindaci, gli amministratori locali ed i dirigenti tutti di Forza Italia incontreranno la stampa ed i mass media per illustrare motivazioni ed obiettivi della mobilitazione contro le politiche attuate finora dalla maggioranza al Governo nazionale e rispondere alle domande dei giornalisti.

Nel pomeriggio, invece, a partire dalle ore 16, diversi amministratori locali incontreranno i cittadini e la stampa presente per un confronto/intervista sulle problematiche delle proprie comunità, sulle difficoltà e sulle conseguenze negative che la legge di Bilancio varata dall’esecutivo gialloverde sta sortendo a livello territorio.

“Noi siamo l’Italia del Sì: sì a meno tasse, sì alle grandi opere, sì a chi studia, lavora e fa impresa, sì a un’Europa diversa, più unita e solidale, sì alla tutela dei più deboli. Il decreto Di Maio e la manovra di bilancio hanno danneggiato chi cerca e offre lavoro e aumentato le tasse a tutti. La maggioranza è divisa e litiga su tutto.

E il conto lo pagano gli italiani, con 24 miliardi di tasse in più previsti dalla manovra. L’ideologia grillina sta bloccando le grandi opere, mettendo a rischio oltre 400.000 posti di lavoro e bloccando lo sviluppo del Paese”, dichiarano Sarro e Magliocca che poi aggiungono:

“Come ci ricorda sempre il Presidente Berlusconi, siamo nati nel 1994 per salvare il Paese dalla sinistra comunista, statalista e giustizialista. Oggi di nuovo chiamiamo a raccolta la parte migliore del Paese contro una nuova sinistra, altrettanto statalista e giustizialista, ma più pericolosa per la sua totale incapacità e inesperienza”.

Il presente vale anche quale invito ai giornalisti tutti e ai responsabili delle testate cartacee e on line a partecipare alla conferenza stampa di domani mattina, alle ore 11,30, e all’incontro con gli amministratori locali di domani pomeriggio, alle ore 16 e a seguire, sempre in piazza Margherita, a Caserta.