L’ASSESSORE FRANCO DE MICHELE COME ANGELO LOMBARDI … L’AMICO DEGLI ANIMALI

di Federico Grimaldi

Questa volta l’assessore Franco De Michele ha preso proprio uno scivolone di quelli grossi. La classica buccia di banana? Forse altro, visto anche l’argomento. Ma partiamo dall’inizio, nell’ottobre del 2016 il nostro assessore mosso da spirito fattivo, presenta e fa approvare dalla Giunta la sua proposta di “Regolamento Comunale per la tutela del benessere degli animali e la loro equilibrata convivenza con i cittadini”. Il regolamento, poi approvato anche in Consiglio, si propone di  favorire la corretta convivenza fra uomo e gli animali, di tutelare la salute pubblica e l’ambiente, promuove, sostiene e incentiva iniziative e interventi rivolti alla conservazione degli ecosistemi e degli equilibri ecologici che interessano le popolazioni animali. Il provvedimento, inoltre, mira a regolamentare diversi ambiti relativi alla tutela degli animali, dagli “Obblighi dei detentori di animali” e relativi divieti e prescrizioni, ai divieti di accattonaggio con animali, alla regolamentazione di esposizioni, spettacoli e intrattenimenti con l’utilizzo di animali. In realtà, questo regolamento è figlio di una mozione già approvata dal consiglio comunale della precedente amministrazione, con la quale si vietava ogni tipo di spettacolo che presupponeva l’utilizzo di animali; diciamo che l’assessore De Michele ha trovato il lavoro già mezzo fatto … ma questo non c’entra con fatto specifico. Il Fatto, invece, è che un regolamento esiste … e qui casca l’asino, tanto per rimanere in tema, perché l’integerrimo mega assessore, è stato quanto mai ligio a far rispettare il regolamento a chi si proponeva di portare in città spettacoli con animali, ma stranamente non è stato così coercitivo nei confronti del circo, che ha già piantato tende e tendoni in viale Carlo III°, e che aprirà i battenti dal 25 gennaio per poi chiuderli il 4 febbraio … presupponiamo che un minimo di autorizzazioni le avranno pure chieste. Perdindirindina, non abbiamo nulla contro lo spettacolo circense, ma la legge vale per tutti! La presenza di un elefante e di una tigre, che troneggiano in bellavista sulle locandine che ormai tappezzano Caserta, lasciano pochi dubbi sull’eventuale presenza di animali nello spettacolo del circo. Allora ci chiediamo, com’è possibile che il nostro solerte assessore non se ne sia accorto? Lungi da noi il pensiero che si adottino due pesi e due misure. Resteremo perciò a guardare come questa amministrazione fa rispettare le leggi e i regolamenti, che per altro ha scritto di proprio pugno.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+