ASL, DIRETTORI SANITARI SUL VETRINO, GRAZIANO INIZI DA CORRERA…

(f.n.) –  E …così…affinché l’informazione sia completa, ma soprattutto corretta e si smetta, una volta per sempre, di mescolare nel torbido delle frasi ad effetto che incantano l’uditorio, questo povero uditorio che si traduce in elettorato al momento giusto e che viene accantonato il giorno dopo…ed affinché,  qualora qualcuno faccia finta di non sapere ciò che tutti sanno, adesso  sappia ufficialmente…bene…ricordiamo all’onorevole Stefano Graziano che ieri, sicuramente in buona fede, ma… a parer nostro assai  improvvidamente, ha alzato il telo sulla “schifezza delle schifezze”, che contempla una dimensione, dall’onorevole stesso segnalata con riprovazione, in cui si continuano a conferire incarichi dirigenziali a chi non ha i requisiti che…è assai probabile che nessuno abbia pensato ad informarlo che… non dovrebbe spostare lo sguardo di molte lunghezze per accorgersi che la nomina illegittima più eclatante ce l’ha proprio nell’Asl “sotto casa”…Infatti il dottor Arcangelo Correra non risulta possa ricoprire il ruolo di direttore sanitario dell’Asl, in quanto, all’epoca della sua nomina non era ancora in possesso della specializzazione in Igiene Pubblica…ed ancora oggi ne è sprovvisto…la qual cosa pare costituisca una conditio sine qua non…tanto è vero che dal curriculum dello stesso dottor Correra, risulta che “è in formazione”…infatti sembra che, soltanto adesso, stia frequentando i corsi abilitanti…Dal 2016, quindi…pare che il dottor Arcangelo Correra sia… come vogliamo definire il suo ruolo onorevole Graziano?…abusivo?, e secondo lei gli atti firmati fino ad oggi dal dottor Correra sono legittimi oppure no?, crediamo di avere il diritto di saperlo, o no?, non staremo per caso parlando di millantato credito o di esercizio abusivo dell’incarico? Lei, che in maniera tanto solerte, si rivolge al direttore generale dell’Asl Mario De Biasio, ricordando che siamo in una fase delicata della Sanità casertana e quindi è “indispensabile affidare la guida delle strutture ospedaliere, secondo criteri di competenza e merito” si è chiesto se sia o meno il caso di affidare le pecore al lupo? Hasta al vista companero!

Comments

  1. Paolo ha detto:

    un dubbio… ma al di la’ del possesso del titolo di specializzazione, requisito fondamentale per nomine di questo tipo, non bisogna anche possedere un master in managment sanitario (costo orientativo di 2500€) da conseguire obbligatoriamente entro 1 anno dalla nomina di direttore ???? pena la decadenza dell’incarico ? Non è forse questo il tipo di verifica piu’ urgente da fare ?

    1. Francesca Nardi ha detto:

      Gentile signore, lei ha perfettamente ragione e noi aggiungiamo che un requisito fondamentale sarebbe stato l’aver ricoperto l’incarico di direttore di UOC per cinque anni, ma…anche questo, a quanto pare, inesistente. Di cosa vogliamo parlare???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+