ASL, CONCORSI & SANATORIE AUTOMATICHE

0
dottor Angelo D’Argenzio

(f.n.) – Che il Registro Tumori  di cui si ammantano tutti i notabili dell’Asl, sia datato 2016 e sia relativo al periodo 2008-2010, ormai è cosa notoria e a nulla valgono le arrampicate dialettiche lungo le pertiche del millantato credito… quindi il Registro Tumori non è aggiornato… e questo è un dato di fatto, così come non vi è dubbio che dal 2010 ad oggi non risulta sia stato pubblicato alcun elenco di dati ulteriore…Ciò che invece risulta con esattezza che il dirigente della Uoc Monitoraggio Rischio Ambientale e Registro Tumori, dottor Angelo D’Argenzio stia gestendo ed abbia gestito, fondi per ben 5 milioni di euro, relativi agli anni 2024-2015 e 2016,  vedi delibera 174 del 12 febbraio 2019, attraverso i quali si è organizzata una specie di sagra del co.co.pro, in ossequio ed osservanza di quella “parentopoli” di cui abbiamo lungamente trattato ed intorno alla quale, abbiamo più che lungamente disquisito, peraltro in assenza di interlocutori poiché, guarda caso, non è mai accaduto che qualcuno si alzasse dall’ultimo banco in fondo alla fila e dicesse sbattendosi il petto villoso: “non è vero!”…quindi, evidentemente, non vi erano argomenti che confutassero con cognizione di causa le nostre dichiarazioni circa l’inserimento nei co.co.pro di figli o consorti o congiunti di noti sindacalisti dipendenti della stessa Asl. Ma ciò che appare sconcertante è il fatto che il dottor D’Argenzio non potrebbe ricoprire quell’incarico e non perché non abbia i titoli per farlo, ma bensì perché non si è mai capito in virtù di quale miracoloso meccanismo in atto negli anni ’90, egli, da igienista, abbia potuto vincere un concorso per la Medicina del Lavoro…Il tutto accadeva ai tempi dell’Asl Ce2 ed infatti soltanto dopo diversi anni,  la norma prese in esame l’equipollenza tra Igienista e Medico del Lavoro. Ma…ancora una volta è il caso di interrogarsi se sia legittimo, normale, logico o meno, ritenere che sia sufficiente attendere il semplice e naturale scorrere del tempo, perché si sanino e si santifichino gli “inguacchi” e si traducano in vangelo universalmente riconosciuto. Tra l’altro…è appena il caso di sottolineare anche e soprattutto per opportuna conoscenza degli attenti ascoltatori di coloro che parlano… disquisiscono… annunciano… pontificano e non producono dati da ben otto anni, che gli stessi vengono attinti dal SEP, Servizio Epidemiologico di Prevenzione….inoltre dovremmo interrogarci quando si degneranno di pubblicare i dati aggiornati se essi siano o meno comprensivi dei casi di tumore che vengono trattati fuori Regione. Interroghiamoci…sarebbe ora che ci interrogassimo su una miriade di cose strane e strane vicende…onde evitare di afre sempre la figura di quelli che hanno l’anello al naso e si svegliano dopo il tramonto…Hasta la suerte!