STRADE, RETE IDRICA ED EDIFICI PUBBLICI: 18 MILIONI DI EURO NEL PIANO DELIBERATO DALLA GIUNTA MIRRA

SANTA MARIA CAPUA VETERE – La Giunta comunale ha approvato ieri mattina due importanti delibere che segnano un decisivo cambio di passo del settore dei Lavori Pubblici. Il programma triennale delle opere pubbliche, che per la prima volta parla il linguaggio della serietà e della concretezza, prevede solo opere di grande impatto sulla città e che sicuramente inizieranno nel corso di questo anno.

Le scuole Principe di Piemonte su Corso Garibaldi, la Perla di via Grandi e il plesso di Sant’Erasmo in via Mascagni, la condotta idrica del carcere, la nuova sede della Protezione civile, il project financing delle lampade votive al cimitero e l’ammodernamento della rete idrica e fognaria.

A queste opere si aggiunge la riqualificazione della zona IACP (PRU), momentaneamente sospesa, e la realizzazione, nello stesso quartiere popolare, del nuovo palazzetto dello sport.

Nel corso del solo anno 2019 inizieranno opere per un totale di circa 18 milioni di euro con grande impatto sull’economia cittadina. Contestualmente la Giunta ha disposto l’utilizzo dei residui sui mutui accantonati da tantissimi anni, in taluni casi addirittura dal 1998, per il rifacimento del manto stradale della nostra città, per un totale di circa 1,5 milioni di euro.

“Si è riusciti a raggiungere questo epocale risultato solo grazie al duro lavoro, molto spesso in silenzio, che aveva come unico obiettivo la programmazione per lo sviluppo della città. E’ superfluo – hanno dichiarato il sindaco Antonio Mirra e l’assessore Nicola Leone – ricordare le condizioni in cui si trovava il settore Lavori Pubblici per le note vicende giudiziarie. Abbiamo riorganizzato l’ufficio con la separazione dei settori, l’individuazione dei due dirigenti e dei relativi funzionari, l’assunzione di tre nuovi geometri grazie allo scorrimento delle graduatorie inspiegabilmente ferme da anni. Solo in tal modo abbiamo potuto programmare una pianificazione progettuale che ha preso inizio dalle scuole, per la tutela dei nostri bambini. Così vediamo nel corso di questo anno l’inizio dei lavori già in tre scuole, continuando poi per le altre nei due anni successivi. Adesso verranno progettate le strade cittadine che non vengono manutenute da oltre 30 anni e si interverrà gradualmente con l’esecuzione dei lavori a lotti, dando prevalenza alle maggiori emergenze. In questa consiliatura, ed anche questo possiamo definirlo epocale, si interverrà con una manutenzione stradale in altre 40 arterie cittadine. Noi continuiamo a lavorare con serietà e a fare i fatti; agli altri le chiacchiere”.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+