CHIACCHIERE VEGANE

0

Si avvicina il carnevale e anche quest’anno hanno organizzato una festa all’asilo che frequenta mia figlia; ognuno può portare quello che preferisce e, come sempre, scelgo di portare dolci vegani, senza far cenno all’assenza di latte e uova, così da non creare pregiudizi tra i più scettici che, puntualmente, apprezzano le mie preparazioni stupendosi delle ricette.

Questa volta opto per un dolce classico di questo periodo, conosciuto in tutta Italia con nomi diversi; frappe, bugie, cenci, galani; a casa mia si chiamano “chiacchiere”!

Tradizionalmente l’impasto prevede burro e uova, quindi non adatto a chi segue una alimentazione vegana, ma oggi vi svelo una ricetta che ho appena provato (e approvato!) per fare le chiacchiere vegane.

Facendo varie ricerche e dalla mia esperienza, ho capito che l’utilizzo di vino o di grappa rende i prodotti da forno, dolci o salati, molto friabili; un’altra buona soluzione è trovare il giusto spessore della sfoglia delle chiacchiere che dipenderà anche dal tipo di cottura che si sceglierà; io le ho fatte fritte e per averle belle sottili ho utilizzato la macchina per tirare la pasta.

Non credo che mio marito sarà molto felice quando scoprirà quale bottiglia di vino ho usato, ma sicuramente glielo dirò solo dopo averlo deliziato con una mega porzione di chiacchiere.

Ingredienti:

250 gr farina 0

Scorza grattugiata di 1 limone

Un cucchiaio di amido di mais

3 cucchiai di yogurt di soia

50g zucchero di canna

30g olio di girasole

Un cucchiaino di lievito per dolci

55 ml vino bianco secco

  • ml di latte vegetale

Olio di arachidi per friggere

Cioccolato fondente (opzionale)

In una ciotola capiente versate la farina, lo zucchero, l’olio, lo yogurt, il vino, l’amido, il lievito, il latte e la scorza grattugiata del limone. Lavorate con le mani fino ad ottenere un composto sodo, poi trasferitelo sul piano di lavoro e continuate ad impastare fino a quando non diventa liscio ed elastico. Avvolgetelo in un foglio di pellicola per alimenti e fatelo riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Disponete poi il panetto su una spianatoia con poca farina; tiratelo con il matterello o la macchina per la pasta fino ad ottenere una sfoglia sottile.

Con la rotella dentellata ricavate dei rettangoli delle dimensioni circa 10×5 cm e fare un taglio al centro. A questo punto sono pronte per la frittura.

Scaldate l’olio di arachidi in un tegame largo e profondo e friggere le chiacchiere vegane; non molte per volta perché tendono ad ingrandirsi in cottura.

Cuocete pochi secondi per lato e rigiratele subito per ottenere un bel colore dorato su entrambi i lati.

Attenzione che sono necessari davvero pochi secondi di frittura!

Scolate e fate asciugare su carta da cucina.

Una volta fredde cospargete di zucchero a velo o decorate con cioccolato fondente sciolto a bagnomaria e, se riuscite, fatele arrivare al giorno dopo!