ESPERIMENTI DI PACE: INCONTRI ALLA PONTIFICIA FACOLTA’ TEOLOGICA DI NAPOLI

0

a cura di Dalia Coronato

Ambrogio Bongiovanni

In attesa del Convegno “La teologia dopo Veritatis gaudium nel contesto del Mediterraneo” – che includerà l’intervento di Papa Francesco  la sezione San Luigi della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (PFTIM) si impegna a coordinare una serie di eventi preparatori al Convegno del 20-21 giugno 2019, al fine di elaborare una teologia contestuale del Mediterraneo, tra confluenza di popoli, religioni e tradizioni.

Nel programma preliminare all’intervento di giugno è previsto –  per mercoledì 13 marzo alle ore 15,00 –  un incontro con esperienze significative promosso da Semi di Pace della rivista Confronti. Il progetto prospetta l’idea di mostrare – con il sostegno dell’8 per mille della Chiesa valdese (Unione delle chiese valdesi e metodiste) – la presenza di persone che lavorano quotidianamente per il dialogo nelle diverse realtà in Israele e nei Territori palestinesi. 

Con il supporto dell’organizzazione Road to recovery,una fondazione binazionale ideata da Yuval Roth (già membro di Parents Circle Families Forum) al fine di fornire supporto medico volontario alla popolazione palestinese, con particolare attenzione ai bambini che necessitano di cure e assistenza impossibili da trovare nei Territori palestinesi e a Gaza, interverranno portavoci della cultura israeliana e arabo-israeliana.

Yael Noy è nata in un kibbutz religioso nel sud di Israele. Pur essendo cresciuta in una famiglia osservante, si separa dalla vita religiosa riuscendo a mantenere buoni rapporti con parenti e congiunti israeliani. Donna pacifista e femminista, dedita ai problemi sociali, dal 2016 entra a far parte di RtR come volontaria ricoprendo il ruolo di responsabile per il coordinamento delle attività della striscia di Gaza (con circa 250 persone coinvolte). Un lavoro che richiede una costante collaborazione con associazioni omologhe che operano in loco, ma anche con operatori e personale medico degli ospedali israeliani.

L’arabo-israeliana Rima abu Katish ha fondato l’associazione Salametcom (“Essere in salute”) per il supporto dei pazienti palestinesi di Cisgiordania e Gaza. Musulmana, con una laurea in Pedagogia speciale ed una in Logopedia offre – insieme all’associazione e ai membri volontari – numerosi servizi solidali, aiuto ai pazienti a partire dal trasporto attraverso checkpoints verso l’ospedale e viceversa.

Il dibattito moderato dal prof. Ambrogio Bongiovanni – docente di temi inerenti alla teologia del dialogo interreligioso presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale sez. S. Luigi (Gesuiti) a Napoli – auspica ad essere un confronto tra testimoni di pace, opinion leader, rappresentanti di comunità religiose, intellettuali, studiosi e rappresentanti di organizzazioni, israeliani e palestinesi uniti per l’occasione. L’iniziativa – facente parte del programma di teologia fondamentale nel percorso di Teologia della Pace – si propone di incoraggiare lo studio e condividere il dialogo multiculturale divulgando le conoscenza e le analisi affrontate ad un pubblico sempre più vasto.