OSPEDALE…IL CODICE DA…MASSA

(f.n.) – E se qualcuno venisse a raccontarci che un manager come Ferrante, letteralmente subissato dagli impegni, sotto pressione in vista dei concorsi per gli incarichi di coordinamento del comparto, aggredito da tutte le parti…perde tempo a regalare i “codici” relativi alla produttività personale, a qualche chirurgo responsabile di unità operative dipartimentali, cosa saremmo indotti a pensare?, che il manager ha tempo da perdere?, che è stato costretto?, che vuole barcamenarsi?, che invece di pensare alle cose serie e ce ne sono…pensa a dare il contentino al solito pluridecorato, responsabile della chirurgia a ciclo breve, che non riesce a tradurre una Uosd in una Uoc? Cosa penseremmo se qualcuno venisse a riferirci questa “trista” storia e se dovessimo scoprire che non si tratta di una ipotesi, ma di un dato di fatto?…Ebbene… l’antefatto purtroppo ormai è cosa nota…Il Piano Ospedaliero non offre possibilità al chirurgo Chicco Massa, di diventare il primario della Uoc di Chirurgia a ciclo breve e del day surgery e le ipotesi sventagliate, in sordina ma non troppo, dal potere costituito che avrebbe addirittura disegnato nell’aria, l’eventualità di sollecitare chi di dovere a declassare una Uoc ed innalzare una Uos, pare non abbiano trovato accoglienza nella riviera partenopea… Del resto… non è detto che se in Ospedale si preferisce chinare la testa e subire, siano dello stesso parere anche altrove, così come non è detto che in quel della Regione, siano tutti, ma proprio tutti, in attesa che o’rey, faccia schioccare il pollice contro il medio, per scattare sull’attenti…Quindi… quale strategia si potrebbe elaborare per consentire al Massa, di diventare infine il primario di una Uoc?, ebbene…non dimentichiamo che nell’Aorn di Caserta, vi sono soluzioni a tutti i problemi…basta individuare la persona giusta in grado di risolverli…e la persona giusta è sempre la stessa… quella che i problemi li crea e poi li risolve…si valuta la questione, si individua il capro espiatorio, si creano le condizioni “et voila” il gioco è fatto. Qual è la dimensione più succulenta a portata di mano?, la Chirurgia generale ed Oncologica?… “Te piace… a papà?, …si?..no c’è ppobblema”…Si prende il primario in carica, gli si creano un po’ di problemi e lo si immette sulla via del “buen retiro” ed intanto il bel Chicco dal languido sguardo, inizia a darsi una scaldatina ai muscoli…E fin qui…è tutto ok… perché ognuno ha il diritto di sognare e di sperare…ma quando  decolla l’ipotesi che Ferrante abbia “regalato” il codice di produttività a Massa, magari con l’aggiunta di una pacca sulla spalla,  per metterlo alla prova in vista di …qualcosa si rivolta dentro lo stomaco…e ci chiediamo cosa attenda ancora Salzano de Luna, per svegliarsi dal “suonno” e soprattutto ci chiediamo, se Ferrante pensi davvero, che nel casertano si distribuiscano gli anelli da naso “aggratis”, in attesa dell’intellighentia irpina?  Il codice di produttività relativo all’attività chirurgica, è assegnato al direttore della Uoc di Chirurgia generale ed un responsabile di Uosd non potrebbe averlo…Certo…può darsi che si tratti di una diceria lasciata cadere nel vuoto, a disposizione di chi la raccoglie…Ebbene noi l’abbiamo raccolta e se non dovesse rispondere al vero…non potremmo che congratularci con Ferrante per avere evitato il fosso. Hasta la suerte siempre!

Comments

  1. Pasquale iodice ha detto:

    Potrei averne una copia con dedica??

Comments are closed.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+