ASL, IL CAMPING DEI PROGETTI MIGRANTI

0

Qui non ci vuole un mediatore culturale, qui necessita un azzeccagarbugli di manzoniana memoria! Proprio così, afferma Il Cerusico, il quale comincia ad attribuire alla propria veneranda età, l’incapacità di trovare una pur minima giustificazione ad un inestricabile rompicapo intorno alla miriade di progetti, uffici, servizi e milioni di Euro destinati alla popolazione migrante.

Per cercare di mettere ordine in questa nebbiosa vicenda, Il Cerusico, insonne, va a rileggersi a ritroso tutte le carte, le delibere, i progetti cantierati in quegli uffici di Via Unità Italiana. Insomma, da cittadino che paga puntualmente le tasse, emulando l’attuale Governo vuole vederci chiaro in tema di “costi-benefici”. E, si accorge che i costi ci sono, eccome se ci sono!!! E ci sono anche i benefici, eccome se ci sono!!! Bisogna vedere solo per chi!? Andiamo a ritroso. Istituiti nel 2000 e perfettamente funzionanti fin da allora e fino a tuttoggi, esistono gli Sportelli STP a favore dei migranti, tanto è vero “…che nel corso dell’anno 2016 è stata approvata a consuntivo la rendicontazione delle spese sostenute per le prestazioni di ricovero erogate agli STP dalle strutture ospedaliere pubbliche ….nonchè dal Dipartimento Dipendenze Patologiche per gli anni 2013, 2014, 2015 e, per la spesa farmaceutica, per l’anno 2015”. Totale Euro 2.800.000,00. (Il Cerusico, 07.05.2018). Tanto è vero che è stato nominato un Funzionario ad hoc, Collaboratore Amministrativo Prof.le Esperto con Incarico attuale di posizione organizzativa, Sig.ra Paola Fusco in qualità di Responsabile dell’Area Immigrati della Commissione Aziendale per l’integrazione delle attività socio sanitarie, nonché Responsabile dell’Ufficio Centrale per la gestione dei codici STP e delle procedure della relativa contabilità. Questa la dimostrazione plateale ed inoppugnabile che i servizi ai migranti esistono e funzionano da anni! Tanto non basta se con Delibera n. 1578 del 11.12.2015 parte il Progetto Equità in Salute. Il Progetto destinato, tra gli atri, anche ai migranti (Macroarea 1 e 2), prevede una spesa di Euro 700.000,00 per suppellettili ed attrezzature varie, oltre a personale vario di cui vedremo innanzi, tra cui Mediatori Culturali, Infermieri, etc.. Poi, è stato previsto persino l’acquisto di un Camper per il costo di Euro 50.000,00!!! Con Delibera n. 144 del 06.02.2017, si individua la Dr.ssa Zuzana Simonova quale referente del Progetto, la quale, con una nuova riprogrammazione rivede i costi per un ammontare di Euro 1.485.339,95!!! Dove vengono previsti Infermieri e Mediatori Culturali specificatamente per il Camper!!! A dimostrazione che il Progetto “Equità in Salute” risulta ancora in essere, sono i concorsi per infermiere (camper), per il medico (camper), gli amministrativi e l’informatico (espletati con Delibere 132 e 979 e 207 e 1007 per 36 mesi a partire dal 2018 per camper). Ovvero fino al 2021. Ci piacerebbe sapere dove si trova e cosa ha prodotto per i migranti  il camper contabilizzato nel progetto.  Ma già nel 2018 non c’erano ancora operanti gli STP e poi il Progetto Demetra? Infatti con Delibera n. 621 del 12.05.2017, parte il Progetto Demetra con la previsione di una Unità Mobile di Strada (Camper!!!) per la qual cosa si bandisce Concorso pubblico per Autisti (Delibera n. 1619/2017) e Amministrativi (Delibera n. 1616/2017).

Autisti e Infermieri per il Camper della Simonova (Equità in Salute), autisti e infermieri per il Camper della Montesano (Demetra), certo è che i migranti hanno trovato un bel camping all’Asl di Caserta! Il Cerusico, ogni tanto, per fortuna trova qualche motivo di ilarità, tanto per non piangere, visto che pur avendo previsto per il Progetto Demetra autisti, camper, mediatori culturali, di contro si pensa di affidare il Servizio di Strada a qualche onlus o cooperativa esterna per lo stesso Servizio. Non prima, però, prevedere esplicitamente nel bando di gara, la fornitura di un camper munito di ruota di scorta!!! E che abbia il cambio a 6 marce!!! Oh Signore dell’Universo, aiutaci tu!! Esclama Il Cerusico. Le stranezze, però, non finiscono qui. Infatti Nel 2017 per il Progetto Demetra, Del.1616, viene espletato il concorso pubblico per gli Amministrativi, espletato ma non aggiudicato. Perché? Nel 2017, Del. 1619, viene espletato il concorso per gli Autisti, ma non aggiudicato perché? Forse perché si è pensato bene di stravolgere ogni programmazione a favore di qualche Onlus? Senza contare i previsti 16 Infermieri, poi stranamente diventati 23! (Il Cerusico, 04.03.2019). Quindi, ci par di capire che allo stato, presso l’Asl di Caserta, esistono ed operano per lo stesso Servizio ai Migranti ben 3 Strutture operative. Uffici STP, Progetto Equità in Salute con Camper, Progetto Demetra con Camper.  Dovrebbe, poi, essere ancora in cantiere la Delibera n. 248 del 27.02.2018, a firma del direttore generale dell’Asl, Mario De Biasio, proponente Dr. Carmine Lauriello. La delibera in questione prevedeva un avviso pubblico per esternalizzare attraverso onlus o cooperative che dir si voglia e per un importo di circa 1 milione di euro, le attività di assistenza psico-fisica dei migranti adducendo a motivazione “….la persistenza di situazioni di difficoltà da parte dei migranti nell’accesso ai servizi sanitari del territorio nel ricevere adeguata assistenza sanitaria”. L’importo dovrebbe provenire dal Fondo Europeo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI). Senza contare la Delibera 297 del 2018, che pur riapre il bando previsto dalla 248, bando indetto ufficialmente dal Ministero degli Interni su relativa carta intestata e che punta al finanziamento di 15 milioni di Euro!!! Si badi bene, nessuna di queste Delibere menzionate è mai stata revocata!!! Anzi, STP, Equità in Salute, Demetra, Ministero degli Interni………..Che Camping!