PUC: M5S CHIEDE LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI

0
5

MADDALONI – La proposta del M5S di Maddaloni per attivare un regolamento che consenta ai cittadini di partecipare alla definizione del PUC.

“Abbiamo protocollato una bozza di “Regolamento per l’attivazione del processo di partecipazione dei cittadini alle scelte di trasformazione urbana” da sottoporre all’attenzione dell’Assessore all’Urbanistica e alla I Commissione Consiliare “Legislazione, Organizzazione e Personale”.

Riteniamo che per migliorare le trasformazioni urbane della città, la qualità della vita degli abitanti e produrre inclusione sociale, nonché per favorire la trasparenza, sia fondamentale la partecipazione dei cittadini ai processi decisionali strategici, agli strumenti di pianificazione urbanistica e ai progetti di trasformazione urbana, partendo dal principio che la “città vera è quella degli abitanti” e non quella delineata dal suo perimetro.

Proposta in linea con la normativa statale e con i principi costituzionali di buon andamento ed imparzialità, nonchè in attuazione dei principi riportati dallo Statuto, art. 27 – PARTECIPAZIONE POPOLARE, laddove il Comune di Maddaloni “promuove e tutela la partecipazione dei cittadini, singoli od associati, all’amministrazione dell’Ente al fine di assicurare il buon andamento, l’imparzialità e la trasparenza”.

Considerato:

– che il redigendo PUC (Piano Urbanistico Comunale) di Maddaloni costituisce un significativo provvedimento di politica urbana, per il quale si rende opportuno sviluppare quanto più possibile la partecipazione diffusa dei soggetti sociali interessati e dei cittadini in genere;

  – che, in particolare, tutte le zone del territorio comunale destinate a nuovi interventi edificatori su aree parzialmente urbanizzate o inedificate o su aree non urbanizzate, sono soggette a Piani Urbanistici Attuativi (PUA), nella redazione dei quali vanno previsti il dimensionamento e la localizzazione dei servizi pubblici e degli spazi per le attrezzature di carattere collettivo, per i quali vanno ricercati collegamenti ed integrazioni funzionali con il tessuto edilizio limitrofo;

  – che l’informazione, la consultazione e la partecipazione diretta dei cittadini alle scelte in ordine alla programmazione e realizzazione dei servizi e degli spazi destinati alle attrezzature collettive, migliora la struttura urbana della città, la qualità della vita e produce maggiore inclusione sociale.

Considerate, altresì, le positive esperienze già sviluppate da numerosi Enti Locali per la costruzione di piani e programmi di intervento finalizzati al recupero e riqualificazione di spazi urbani, appare necessario definire e adottare un “Regolamento Comunale per la partecipazione”, in modo da identificare metodi e strumenti per attuare tale procedura partecipativa.