REGGIA DI CASERTA, ECCO GLI EVENTI PER SALUTARE LA PRIMAVERA

0
10

CASERTA – La primavera alla Reggia inizia con due manifestazioni in programma giovedì e venerdì prossimi. Si comincia il 21 marzo alle ore 17,30 nella Cappella Palatina con il coro Petite Agorà diretto dal M° Maria Antonucci che si esibirà in una ensemble vocale con musiche di Rossini, Piazzolla, Morricone. Il concerto rientra nell’iniziativa del MIBAC “Aspettando la Festa della Musica”, anteprima della più nota “Festa della Musica”, manifestazione nazionale che si terrà il 21 giugno 2019 in tutti i musei e gli istituti culturali italiani. La Petite Agorà è una piccola formazione vocale polifonica costituita da 10 elementi di giovani artisti casertani con un repertorio che spazia dal sacro al profano. Per ulteriori informazioni:  www.festadellamusica.beniculturali.it  . Il 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 e per l’occasione, la Reggia offre la prima delle otto giornate gratuite. L’iniziativa del MiBAC #IoVadoalMuseo prevede 20 giorni di ingressi gratuiti nell’anno solare in tutti i luoghi di cultura. Oltre alle prime domeniche dei mesi da Ottobre a Marzo e alla Settimana dei Musei che, per l’anno 2019, è stata dal 5 al 10 marzo, ogni istituto offre altre 8 giornate ad ingresso libero, individuate sulla base delle caratteristiche del proprio territorio e per celebrare alcune ricorrenze legate alla storia del luogo. Sarà proposto ai visitatori un “percorso di vita” che racconterà la grandiosità dell’Acquedotto Carolino ed il sistema di approvvigionamento idrico delle fontane monumentali che compongono la via d’acqua nel Parco della Reggia. L’appuntamento con i visitatori è alle ore 10:30 alla Fontana Margherita per proseguire la passeggiata e la visita speciale lungo il tratto del condotto che dalla Peschiera si inoltra nel Bosco Vecchio. Durante il percorso l’Ufficio Parco e Acquedotto Carolino illustrerà le caratteristiche tecniche del sistema di alimentazione dell’acquedotto che si immette nella Peschiera per alimentare il canale che arriva fino alla Castelluccia. Si potrà ammirare il ricco patrimonio botanico del Bosco Vecchio e conoscere le piante monumentali che lo costituiscono. Dalla Peschiera si proseguirà verso il Convento dei Passionisti dove sarà allestita una mostra dedicata all’Acquedotto Carolino. E’ previsto, inoltre, il concerto di musica classica con i maestri Antonio Pugliese e Diletta Di Rauso del Conservatorio di Salerno che si esibiranno all’interno della Cappella degli Schiavi al complesso dei Passionisti nel Parco reale. La Giornata Mondiale dell’Acqua verrà celebrata anche con un’iniziativa organizzata dall’Archivio Storico della Reggia in collaborazione con l’Archivio di Stato di Caserta. Sarà presentata dalle 10 alle 13 la mostra documentaria “Risorsa Acqua. Mulini, acquedotti e grandi opere”. I documenti in mostra dal fondo Archivio Storico della Reggia illustrano il percorso dei fiumi che dal monte Taburno, in particolare dalle sorgenti del Fizzo, nel comune di Airola, erano convogliati fino alla Reggia, per l’approvvigionamento delle splendide fontane e vasche dei giardini. Lungo il percorso dell’acquedotto sorgevano numerosi mulini, di cui si presentano le piante allegate alla Platea di Sancio, datata 1826. Dai fondi dell’Archivio di Stato di Caserta, saranno presentate in mostra le riproduzioni, in grande formato, di alcuni dei progetti più importanti relativi ad opere realizzate nei pressi dei fiumi Volturno, Lete e Liri in Terra di Lavoro. Inoltre nella Biblioteca Palatina, dalle 10 alle 13 di venerdì 22, sarà esposta al pubblico la lettera su cui Luigi Vanvitelli disegnò uno schizzo dell’Acquedotto Carolino.