“PREMIO DON PEPPE DIANA”: MENZIONE SPECIALE A VINCENZO MUSACCHIO

0

CONSEGNA DEI PREMI IL 4 LUGLIO A CASAL DI PRINCIPE 

Immagine di repertorio – prof. VINCENZO MUSACCHIO

CASAL DI PRINCIPE – “Premio nazionale don Peppe Diana — Per amore del mio popolo”: la famiglia di don Diana, sacerdote ucciso dalla camorra nel 1994, quest’anno ha voluto premiare, con la menzione speciale, Vincenzo Musacchio, giurista, docente di diritto penale e direttore scientifico della Scuola di Legalità che porta il nome proprio del sacerdote trucidato a Casal di Principe. Un riconoscimento importante e meritato ad un professionista che con la sua opera di divulgazione tra le nuove generazioni, getta quotidianamente il seme della legalità, della giustizia e della libertà tra i giovani.
La proposta avanzata dalla famiglia Diana è stata accolta con favore dal “Comitato don Peppe Diana” e Libera Caserta che ha assegnato il premio con la motivazione “Per la sua instancabile azione di diffusione della cultura della legalità con particolare riferimento alla lotta alle mafie, alla corruzione e con predilezione per l’approfondimento della nostra Costituzione”.

La serata della cerimonia per la consegna dei premi è prevista il 4 luglio prossimo, a Casal di Principe, nel giorno del compleanno di don Peppino Diana, nella casa che fu del sacerdote.

 Con il prof. Musacchio saranno premiati, Ilaria Cucchi, Papa Francesco, Roberto Di Bella.

 Tra i nomi di spicco cui è in passato è stato riconosciuto il Premio nazionale don Peppe Diana ricordiamo: Milena Gabanelli, giornalista e autrice di Report, Angelo Spinillo, Vescovo di Aversa, Roberto Saviano, giornalista, Franco Roberti, Procuratore Nazionale Antimafia, don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera, Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Toni Servillo, attore napoletano di fama internazionale, Pif (Pierfrancesco Diliberto), regista e attore ed Enzo Avitabile, cantante.

Di seguito la nostra intervista al prof. Musacchio del 4 maggio 2018

VIDEO-INTERVISTA AL PROFESSORE MUSACCHIO, PRESIDENTE DELL’OSSERVATORIO ANTIMAFIA DEL MOLISE