OSPEDALE SAN ROCCO, DE BIASIO FALLISCE SU TUTTI I FRONTI 

(f.n.) – Siete pronti a ribattere?, a sciorinare le vostre pezze a colori?, a scagliarvi contro questi “brutti sporchi e cattivi”, che provocano piccole crepe fastidiose,  nell’aplomb di un sistema che,  proprio voi avete contribuito, per amore o per convenienza o per qualsiasi altra ragione, che in verità interessa assai poco, a rendere quasi inossidabile nel suo perdurante, indisturbato procedere? Non attaccheremo il cappello a quel chiodo che voi pensate di avere il diritto di scegliere per tutti!,  la gente, finalmente desidera, laddove sia il caso, sbagliare da sola, in piena autonomia, solida nelle proprie decisioni, come la tradizione aurunca. E ricominciamo da dove siamo partiti…da ciò che consideriamo il perno principale del fallimento politico di questo territorio: dal Presidio Ospedaliero San Rocco, dalle dimissioni farsa del direttore sanitario rimesso al suo posto da chi comanda e decide per tutti; cominciamo da un presente che dal mese di dicembre dell’anno scorso, continua a registrare l’impossibilità ad effettuare una normale radiografia, da un presente che registra il fallimento totale degli impegni assunti sia dal sindaco di Sessa Aurunca che dal direttore generale dell’Asl, da un presente che conferma il ridicolo delle passerelle di entrambi, che, nel novembre del 2018, in occasione di un’assemblea pubblica, alla quale il bravo De Biasio pensò bene di non partecipare, facendosi rappresentare dall’ineffabile Sasso, fecero a gara per essere i primi ad annunciare l’acquisto di una Tac 65 slices, che avrebbe dovuto essere consegnata all’Ospedale San Rocco, entro il mese di dicembre 2018…Anche questo fa parte delle invenzioni di qualche sito in cerca di click?, o qualcuno si decide a ricordare che esistono lettere regolarmente firmate a sostegno di quanto affermiamo?,  e qualcun altro magari si è dimenticato di cancellare le tracce da fb delle chiacchiere variopinte che si mandano in giro sui social? E tanto per gradire, notizia dell’ultim’ora: sembra che anche i due cardiologi inviati all’Ospedale di Piedimonte Matese e di cui uno avrebbe dovuto essere assegnato al San Rocco, hanno rifiutato l’incarico….Anche questo fa parte di un disegno orientato a  distruggere la sanità pubblica nell’Alto casertano o stiamo dicendo sciocchezze?, le sciocchezze in danno dei cittadini, per quel che ci riguarda, sono contenute tra l’altro, nella famosa letterina prenatalizia che De Biasio inviò al sindaco Sasso in occasione della famosa assemblea di cui sopra…L’amenità del contenuto è ineguagliabile…Mentre millantava lavori di manutenzione mai avvenuti, vaticinava adeguamenti e ristrutturazioni e completamenti fantascientifici, il tutto automaticamente annullato, dall’intervento lugubre del politico di riferimento che aveva decretato la morte e la sepoltura del San Rocco…Noi speriamo soltanto che alle sbattute in petto che le personcine belle, buone e brave, non mancheranno di infliggersi, in nome e per conto della loro dignità martoriata, si aggiungano anche e soprattutto le puntuali dimostrazioni che ciò che si denuncia è una menzogna…Al di là di ciò che l’onestà intellettuale richiede…e che si chiama verità dei fatti, ciò che resta in fondo al barile è al sintesi inutile della chiacchiera! Hasta la vista!

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+