FARINATA DI CECI E VERDURE

Ciao. Oggi vi presento il mio “salvacena”, per le giornate in cui ho pochissimo tempo ho sempre un pacchetto di farina di ceci in dispensa; veloce ed economico, con l’aggiunta di verdure di stagione è un piatto completo.

La farinata di ceci è un grande classico della cucina italiana, ha radici assai antiche: diverse ricette latine e greche riportano sformati di purea di legumi, cotti in forno; tuttavia la leggenda che la riguarda risale al periodo delle Repubbliche Marinare e narra che la farinata, così come la conosciamo oggi, è nata nel 1284 quando Genova sconfisse Pisa nella battaglia di Meloria. Al ritorno dalla battaglia le navi genovesi si trovarono coinvolte in una tempesta ed alcuni barili d’olio e farina di ceci si rovesciarono bagnandosi d’acqua salata. A causa della scarsità di provviste fu recuperato tutto il possibile e servito quel miscuglio ai marinai che, nel tentativo di renderlo meno sgradevole, misero la pastella ad asciugare al sole fino ad ottenere una sorta di frittella. A terra i genovesi perfezionarono la ricetta di fortuna rendendola la specialità che gustiamo ancora oggi e che, per scherno agli sconfitti, chiamarono l’oro di Pisa. La farinata di ceci, però, è una ricetta povera fatta con ingredienti semplici e molto comuni e la sua diffusione non riguarda solo la Liguria, ma se ne conoscono numerose versioni che prendono un nome diverso a seconda della zona di cui sono tipiche; ad esempio io l’ho assaggiata per la prima volta in provincia di Pisa, conosciuta come cecina.

La mia famiglia l’adora con l’aggiunta di zucchine alla scapece o con lattuga e pomodori per una fresca cena estiva; ad ogni modo, io vi propino l’esito dei miei “tentativi culinari”, ma cucinare apre sempre la possibilità di sperimentare e cercare nuovi abbinamenti seguendo il proprio gusto; pertanto, frusta alla mano, aggiungete quello che più vi aggrada!

Ingredienti per 3/4 persone:
160 gr di farina di ceci

480 ml di acqua fredda

40 gr di olio evo

sale

In una ciotola versate la farina di ceci, il sale e poca acqua, con una frusta mescolate bene il tutto in modo da sciogliere ogni singolo grumo di farina.

Continuando a mescolare, aggiungete piano piano anche il resto dell’acqua; lasciate riposare l’impasto per 4 ore, o se preferite anticiparvi perché siete particolarmente impegnati, potete lasciare la pastella in frigo anche tutta la notte.

Trascorso il tempo di riposo versate l’impasto in una teglia ben oleata, meglio ancora se la teglia fosse di rame; infornate in forno statico, preriscaldato, a 220°C per 25 minuti o, comunque, fino a che la superficie sarà dorata e la farinata cotta.

Sfornate e servite calda o tiepida aggiungendo delle verdure.

Bon appétit!

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+