CORSALE PRESENTA IL BILANCIO SOCIALE 2018 TRA OBIETTIVI RAGGIUNTI, PSEUDO RAGGIUNTI E DA RAGGIUNGERE…

Casagiove – Bilancio Sociale 2018

(GL) CASAGIOVE – Sulla scia dell’ultimo consiglio comunale animato da colpi di scena, resta rovente il contraddittorio tra i due gotha politici di Casagiove, Corsale e D’Angelo, che continuano a rimarcare la loro profonda spaccatura sui temi della gestione amministrativa della macchina comunale. Mentre il leader della compagine “Casagiove nel Cuore” rinvigorita dai nuovi innesti, ultimo quello del consigliere Mimmo Ianniello, attacca sulla mancata riscossione dei canoni del Palazzetto dello Sport, del campo sportivo e su un’inefficienza amministrativa profusa in diversi ambiti, il primo cittadino, Roberto Corsale, fermo nelle sue convinzioni, scaduti i termini dei primi due anni e mezzo di mandato, a ragion veduta rimanda al mittente le accuse dichiarando che resta fedele al patto stretto con l’elettorato attraverso quel programma che egli stesso definisce ambizioso e che per sfatare ogni critica distruttiva, carte alla mano, a stretto giro programmerà un confronto diretto con la popolazione di Casagiove.

In attesa delle prossime novità, intanto il Sindaco Roberto Corsale ha voluto anticipare alla stampa l’ultima edizione de “Il Bilancio sociale 2018”, istituito e presentato annualmente alla Città come strumento e chiave di lettura delle ricadute o degli effetti dell’operato dell’Ente Comunale sui suoi cittadini. “La rendicontazione sociale diviene pubblica – dichiara Corsale – permettendo al singolo con semplicità e attraverso una griglia intuitiva, di conoscere i risvolti dell’azione decisionale dell’Amministrazione”. Il libretto del bilancio sociale è inteso come mezzo per monitorare l’efficacia e l’efficienza dell’era politica di Corsale e nasce con l’intento di voler attivare processi di partecipazione inclusiva secondo gli asset della trasparenza nella gestione delle risorse pubbliche. In un’ora di incontro face to face con i giornalisti, venerdì scorso nell’Aula Consiliare, il Sindaco Corsale insieme al consigliere con delega allo Sport, Ernesto Mese, senza tradire la sua aura di determinazione ha risposto anche su questioni trasversali, per inciso quelle che rendono infuocato il già difficile dialogo bipartisan: Quartiere Borbonico, Caserma dei Carabinieri, Hotel Houston, Scuole, l’appalto dei rifiuti alla “Nova Ecology”, digestore anaerobico, rifacimento del manto stradale, riqualificazione area denominata Abetaia e videosorveglianza urbana.

Cementato nella visione che la sua idea di città e di cambiamento richieda un lavoro sostanziale di preparazione e di messa in opera burocratica, annuncia nuovi risvolti nell’organizzazione cittadina allo scadere di alcuni contratti per la fine dell’anno. Il Sindaco non appare ferito dai graffi di “Casagiove nel cuore” e sceglie di non retrocede dinanzi alle ruvide accuse dichiarando apertamente di voler consacrare la natura civica di “Casagiove adesso” allargando quanto è più possibile il coinvolgimento dei cittadini, che ancora una volta, Bilancio sociale alla mano, sono chiamati ad esprimere il loro insindacabile giudizio in merito. Tra obiettivi raggiunti, pseudo raggiunti e da raggiungere, sarà nostra premura certificarne la validità.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+