OSPEDALE, I TOPI APRONO LE DANZE IN DERMATOLOGIA

0

DERMATOPOLOGIA 25.04.19 OSPEDALE, I TOPI APRONO LE DANZE IN DERMATOLOGIA(f.n.) – Senti senti…nonostante le sbattute in petto del multincaricato responsabile della Uosd di Dermatologia, lavoratore indefesso, conosciuto ed apprezzato come il signor “perfettino”…una nutritissima famiglia di aristocratici topi è riuscita a sfrecciargli sotto al naso e ad accasarsi nel suo reparto modello…provocandone la chiusura… onde procedere ad una (questa volta ci auguriamo autentica e non appezzottata) sanificazione. Siamo in attesa di una pallida, esangue ma necessaria giustificazione/spiegazione che, sua grazia il perfettino, non mancherà di addurre, appena riesce a ricavarsi una “vrenzola” di tempo sufficiente tra un comunicato stampa e l’altro… Risulta comunque che le visite ambulatoriali continueranno negli ambulatori centrali al piano terra, così come le visite in intramoenia del responsabile della Uosd…con la differenza che le visite in intramoenia, si effettueranno nella prima stanza, appena si entra nel reparto di Dermatologia, ufficialmente chiuso per consentire un coreografico safari del topo. Allora? …la sanificazione si fa o si fa solo finta di farla o la si fa a metà??, si chiude il reparto o si cambiano soltanto le serrature come accadde anni fa, nel corso di una delle tante simulazioni di chiusura, di cui fu protagonista la Rianimazione??? Non è per caso che, ogni tanto, vi accorgete di far ridere i polli ruspanti e provvedete a fare i seri? Schivando audacemente il topo alfa, il responsabile della Uosd con il suo bravo e personalissimo “dermatoscopio”, in quanto non risulta di proprietà dell’Aorn, continuerà a visitare in intramoenia a 72 euro, nel reparto. Ed a proposito dell’apparecchio per l’epiluminescenza…questa è l’occasione giusta per aprire un capitolo sulla qualità dell’assistenza in Ospedale…  e sulle discriminazioni non previste dal giuramento di Ippocrate… Una signora Alfonsina chiama il Cup e chiede un appuntamento per una visita dermatologica e relativa mappatura dei nei…possibilmente attraverso l’utilizzo dell’apparecchio per l’epiluminescenza…la signorina del Cup chiede chi le abbia suggerito di chiedere quel tipo di indagine…e la signora risponde ad una signorina che sta andando al di là dei suoi compiti, che glielo ha consigliato il suo medico di base, il quale ha inoltre firmato la prescrizione…ma la signora Alfonsina è andata anche da uno specialista  privato, che le ha consigliato la stessa cosa…lo fa presente alla signorina del Cup…la quale signorina le fissa la visita nientedimeno che per il 5 giugno p.v. specificando che se lo specialista dell’Ospedale dovesse ritenere indispensabile che si utilizzi il dermatoscopio, la signora dovrà tornare il giorno dopo, cioè il 6 giugno…Ovviamente la diagnosi di uno specialista esterno non ha valore, perché questi sono i dettati che il Cup ha ricevuto dalla Direzione sanitaria, che, non essendo ufficialmente a conoscenza dell’esistenza in loco, del magico apparecchio che attraverso l’epiluminescenza effettua diagnosi precise, non si comprende come faccia ad emanare gli editti… La signora ha urgenza di effettuare la mappatura dei nei e non immaginava che ogni giorno, vi fossero schiere di utenti in attesa di una visita dermatologica, fino a giugno…quindi chiede se per caso in intramoenia fosse possibile sottoporsi alla visita con le apparecchiature sofisticate, in tempi brevi…La signorina del Cup risponde: in intramoenia anche domani!…Bene…tutto nella norma..,ma ciò che stride con la norma e con il principio dell’assistenza è il fatto che nelle visite ambulatoriali, come abbiamo già detto in passato, la mappatura dei nei viene effettuata con il metodo tradizionale…un tubicino con la lente…e se paghi, per la miseria!,  puoi avere una mappatura sofisticata … il tutto in Ospedale e con un apparecchio usato a piacimento del responsabile della Uosd, quindi  “privato” e che non è registrato da nessuna  parte! Allora… o acquistate l’apparecchio, su Amazon lo trovate a prezzi accessibili, cari signori della direzione strategica ed applicate una volta per tutte ciò che blaterate “avvacante” e che cioè tutti hanno diritto all’assistenza, oppure dite ai vostri professoroni con la nocca, di andare a casa propria ad applicare quel che resta dello scuorno…e adesso buona caccia al topo!