COMUNALI CASALUCE, RAFFAELE CRISPINO (IDEE IN COMUNE): “SIAMO COMPATTI, CAMBIEREMO IL VOLTO DI QUESTO PAESE”

0

CASALUCE – “Una svolta epocale può avere origine solo dalla fiducia che si pone in menti innovative, staccate dai legami col passato, spinte, dal profondo del cuore, a mettercela tutta per migliorare Casaluce. Noi siamo il volto della novità e ce la metteremo tutta affinché questo paese possa divenire un fiore all’occhiello dell’agro aversano”. A parlare è Raffaele Crispino, professionista del settore edile, che figura tra i componenti della lista “Idee in comune” a sostegno del candidato sindaco Pasquale Bruno in occasione della tornata elettorale del 26 maggio prossimo.

“Ho scelto di prendere parte attiva in questa importante realtà perché conosco Pasquale da molti anni e so che, qualora dovessimo essere eletti, darebbe veramente ai giovani quello spazio che tanto desiderano all’interno della politica locale – afferma -. Sin dal primo momento in cui abbiamo parlato di ‘Idee in comune’, ho letto nei suoi occhi la determinazione di un uomo che vuole fare tanto per Casaluce, che crede nel rilancio di tutto il territorio. Abbiamo bisogno di incentivare i cittadini a restare, creando i presupposti per un’economia florida che non si concentri solo nelle zone centrali, ma che passi anche dalle periferie, da quei punti caratteristici che devono essere valorizzati. Tuttavia, non bisogna perdere di vista le tradizioni. Un esempio è l’agricoltura che, per anni, ha permesso alle famiglie di costruirsi delle basi solide e che noi dobbiamo spingere affinché non venga persa”. 

Un pensiero anche alle altre due liste in gara: “L’importante è che vinca il rispetto – afferma Crispino -. La politica deve essere divisione solo in periodo di campagna elettorale, dopo è e deve essere campo in cui, qualunque sia il vincitore finale, sarà necessario lavorare insieme. Il nostro essere uniti ci allontanerà dallo scendere a possibili bassezze. Abbiamo ben in mente quello che deve essere il nostro impegno – conclude – ed andremo avanti per la nostra strada”.