OSPEDALE SAN ROCCO, MORETTA E GLI EDITTI A DISTANZA

0

(f.n.) – Il ribaltamento di un tir sull’Appia all’altezza di Cascano di Sessa, ha provocato il blocco della circolazione stradale per molte ore, determinando un forte disagio anche e soprattutto per coloro, che dovevano raggiungere l’Ospedale San Rocco…ma fortunatamente…  il nostro caro angelo, il direttore sanitario Salvatore Moretta ha dispensato conforto a tutti, con la sua presenza virtuale, corredata da un messaggio mistico…uno di quei messaggi da conservare tra le pagine di un libro come un quadrifoglio… L’ineffabile DS, ineguagliabile sotto molti punti di vista,  ha pensato bene di prendersi qualche giorno di ferie… infatti le multicariche a garanzia del politico di riferimento e relativa inattività, stressano, e lui, povero caro, siamo assolutamente convinti che questo periodo di riposo, lo abbia meritato più di tutti. Del resto, perché mai dovrebbe privarsi di un periodo di relax?, di cosa necessita il San Rocco?, al San Rocco funziona tutto benissimo…efficienza di tipo svedese, per non parlare dell’Asl in generale…un orologio svizzero! Infatti… qualcuno ritiene che non sapendo come sfangare la giornata, stufi di contare le pecore, ci siamo dati alla denigrazione organizzata, sia di quell’efficientissimo direttore generale dell’Asl e suoi derivati, che di quella perla dell’organizzazione sanitaria, che risponde al nome di P.O. San Rocco…e mentre si alzano scudi a patetica difesa dell’indifendibile, leggiamo il fantastico messaggio che il direttore Moretta ha inviato ai dipendenti dell’Ospedale questa mattina, quando è venuto a conoscenza dell’incidente… “Ho saputo del grave incidente stradale accaduto vicino Sessa, sperando che non vi siano vittime. I dipendenti ovviamente sono giustificati x il ritardo, ma lo stesso va comunque recuperato” … Un vero saggio di educazione siberiana per i dipendenti.,. così si fa…e bravo Moretta…lui così severo con se stesso, lui che prima di partire ha controllato che le sale operatorie fossero finalmente agibili, lui che in prima persona si è accertato che la Tac potesse essere finalmente installata, onde evitare le  prossime cascate acide di ridicolo,  lui che ha provveduto personalmente a far sì che la carenza di medici in Cardiologia, i cui turni sono stati resi ancora più “precari” dai capricci titolati del primario di Aversa, fosse superata brillantemente, lui che si sacrifica ben tre volte alla settimana, sull’altare del San Rocco…vuoi vedere che non può concedersi neppure qualche giorno di ferie? E mentre lui recupera le energie spese a firmare i certificati di obbedienza al suo patron, i dipendenti che sono arrivati in ritardo per cause di forza maggiore, dovranno recuperare…L’ultima performance di Moretta, non fa neppure ridere a pensarci bene…è persino più avvilente delle sbattute in petto di chi, a tutti i costi, continua ad alimentare e a sostenere, de facto, quel devastante abbrivio distruttivo che trascinerà tutti verso il basso. Hasta la vista!