IL PD ED IL GOVERNO GIALLO VERDE

0

Le riflessioni di Giuseppe Messina, noto Agronomo nonché attento osservatore dei “moti” della politica e dello spirito collettivo, sono, non soltanto degne di nota ma le più significative e sinteticamente efficaci, che siano incrociate nella piazza virtuale del confronto, in questi giorni di folli dichiarazioni e conseguenti spericolate arrampicate lungo le scale di una credibilità tutta da ricostruire e da riconquistare.

“Parliamoci chiaro – invita alla riflessione senza sbavature ed alle conseguenze della stessa Giuseppe Messina – Le insufficienze, le incoerenze, le incompetenze, l’errore nella scelta delle priorità nell’economia, gli insuccessi, le polemiche, i bisticci e i ritardi del governo non fanno del Pd un campione di capacità di Governo e di proposte (che non esistono) adeguate per rilanciare il Paese e dargli la dignità cui i cittadini hanno bisogno attraverso il lavoro, la sicurezza nel lavoro, la prospettiva di un futuro. L’eredità lasciata dal Pd nei governi passati e in tante amministrazioni locali, a cominciare dalla capitale, ne sono una triste prova. Non abbiamo quindi niente di cui rallegrarci. Il possibile fallimento del tentativo del Movimento Cinque Stelle di rinnovare il Paese sarà un ulteriore problema, visto il vuoto che c’è a sinistra. Vorrei ricordare infine, che essere di sinistra significa credere nella libertà e nell’uguaglianza. Il Pd con le sue politiche di destra (vedi Minniti e la vicenda migranti, ad esempio) ha diffuso sconcerto, confusione e disillusione. Ditemi di che cosa dovremmo rallegrarci”.