LA GDF CASERTA INTERCETTA CAMION CON 4 TONNELLATE DI SIGARETTE DI CONTRABBANDO DESTINATO AL MERCATO ILLEGALE CAMPANO

0

CASERTA – Nella tarda serata di ieri una pattuglia del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Caserta ha sottoposto a controllo, nell’area industriale di Marcianise (CE), un autoarticolato che trasportava 4 tonnellate di sigarette di contrabbando, pari a circa 20.000 stecche, sequestrando l’intero carico occultato dietro centinaia di scatole contenenti vasi di espansione per caldaie.

Era infatti impegnata nel controllo dei mezzi che transitavano nella vicina area industriale quando una pattuglia della Sezione Mobile del Nucleo PEF di Caserta ha individuato l’autoarticolato con targa ceca che proveniva dalla strada provinciale 335 e si immetteva nella zona ASI di Marcianise, per poi entrare in un piazzale di un’impresa di autotrasporti.All’atto del controllo il conducente del mezzo – un cittadino di nazionalità ucraina U.O. (cl. 1971) – ha esibito ai militari la documentazione attestante il trasporto di vasi di espansione per caldaie.

L’anomalia che tali beni fossero trasportati in un rimorchio frigorifero e che già nel recente passato una partita di sigarette di contrabbando fosse stata occultata proprio con un analogo carico di copertura, induceva i militari a procedere allo scarico parziale degli imballaggi, così da verificare quanto contenuto nella parte posteriore del vano di carico.

Ed infatti, tolte le prime scatole di ricambi per caldaie, sono state rinvenute 400 casse da 50 stecche cadauna di sigarette di contrabbando, per un peso complessivo di circa 4 tonnellate.

L’operazione di conteggio del carico illecito ha permesso poi di appurare che il tabacco, destinato al mercato campano e privo del contrassegno di Stato, riportava il marchio “NZ Gold”. Sigarette, queste, rientranti nella categoria delle c.d. “cheap white”, in quanto tabacchi recanti marchi registrati nei Paesi extracomunitari di produzione (Russia, Emirati Arabi Uniti, Cina e Ucraina), che non potrebbero essere venduti in Italia o all’interno dell’Unione Europea, in quanto non conformi ai parametri minimi di sicurezza previsti dalla normativa comunitaria.

All’esito delle operazioni, la merce di contrabbando e il mezzo di trasporto utilizzato dal contrabbandiere, per un valore di circa 1 milione di euro, sono stati sottoposti a sequestro, mentre l’autista è stato tratto in arresto.

Anche questo risultato testimonia la professionalità dei finanzieri che operano su strada e il costante impegno esercitato dalla Guardia di Finanza di Caserta a tutela della sicurezza economico-finanziaria dei cittadini ed a contrasto di un fenomeno illegale connotato da forte pericolosità sociale e che alimenta le casse della criminalità organizzata.