CASO CUSANO, LA CASSAZIONE RIGETTA IL RICORSO DELLA PROCURA

0
Giovanni Cusano

La Cassazione rigetta il ricorso della Procura generale e degli avvocati di parte civile, avverso l’assoluzione in Appello del 22 maggio 2018 di Giovanni Cusano, dalle accuse di maltrattamenti e violenza sessuale che due anni fa, lo portarono ad una condanna di 7 anni e 9 mesi di carcere. Riportiamo brevemente ciò che pubblicammo alla notizia dell’assoluzione di Giovanni Cusano, politico ed imprenditore che fu denunciato da una donna con la quale aveva intrapreso una relazione, che a fasi alterne, si era protratta per circa 13 anni.  La vicenda giudiziaria di Giovanni Cusano rappresentò un vero e proprio scandalo nell’ambiente politico, in cui peraltro Cusano era assai conosciuto e la mentalità imperante, soltanto apparentemente aperta e garantista, subì una improvvisa rarefazione e senza possibilità di appello condannò il “reprobo”. Oggi la Cassazione conferma l’assoluzione in appello per Giovanni Cusano difeso dagli avvocati Carlo De Stavola ed Agostino Imposimato.

foto Gianfranco Carozza