CANCELLO ED ARNONE: SVISTE AL CONSIGLIO COMUNALE 

0
5

CANCELLO ED ARNONE – Si è svolto puntuale il Consiglio Comunale presso la Sala Consiliare.

“Presenti la giunta comunale, i consiglieri di maggioranza e, per la minoranza, il dott. Emerito Maurizio. – precisa in una nota l’addetto stampa Elisa Cacciapuoti – Il Presidente del Consiglio dott.ssa Ersilia Viola ha aperto la seduta pubblica del civico consesso con una modifica dell’ordine del giorno; nello specifico del punto riguardante la surroga del

Consigliere Comunale dott. Di Benedetto Bartolomeo che, in data 09/05/2019, presentava le sua dimissioni. Al suo posto subentrerà il Consigliere sig.ra Giuseppina Ciaramella.

Si è poi passati all’approvazione dei verbali della seduta consiliare precedente.

Successivamente, il Presidente Viola ha dato il via alla votazione per il rinvio del punto 2 “Approvazione rendiconto di gestione esercizio finanziario 2018” e del punto 5 “Acquisizione gratuita e accorpamento al demanio stradale comunale di parte di sedimi stradali e loro pertinenze utilizzati ad uso pubblico da oltre venti anni. – Art. 31 della legge n.448/98 – Traversa Via Roma – località Pozzo Sporano”.

La dott.ssa Viola ha poi esplicitato il punto “Modifiche ed integrazioni allo Statuto Comunale”. “La modifica – afferma il presidente de Consiglio – riguarda l’introduzione della figura del Vice-Presidente Comunale; figura già presente nel Regolamento di funzionamento del Consiglio Comunale adottato con Delibera di C. C. N.15 del 05/06/2012, però non ancora adeguata allo Statuto. Tale modifica, resa necessaria per permettere alla consigliera dott.ssa Giusi Parente eletta Vice-Presidente in seno al primo consiglio comunale di entrare nel pieno ed effettivo esercizio delle proprie funzioni, si traduce nell’aggiunta allo Statuto dell’art. 10-TER avente ad oggetto “Vice Presidente del Consiglio Comunale”. “In caso di assenza o impedimento del Presidente, le relative funzioni sono svolte dal Vice-Presidente. Allo stesso spetta, altresì, la presidenza dell’assemblea in caso di revoca o decadenza del Presidente, fino alla elezione del nuovo Presidente. Per l’elezione del Vice-Presidente viene adottata la stessa procedura prevista per quella del Presidente, così come stabilito dall’art. 10 bis dello Statuto Comunale. In caso di assenza o impedimento di entrambi, le funzioni suddette sono svolte dal

Consigliere anziano o, all’occasione, dal consigliere che, nella graduatoria di anzianità determinata ai sensi di legge, occupa il posto successivo”.

Alla fine, ha preso la parola il consigliere di minoranza Emerito Maurizio, nonché fratello dell’ex sindaco Pasqualino Emerito, per chiedere delucidazioni sul punto 2 riguardante il rendiconto finanziario dimenticando, forse, per distrazione, di essersi espresso, ad apertura di Consiglio, favorevolmente al rinvio del suddetto punto”.