MOVIDA E CONTRASTO ALLO SPACCIO: ATTIVATO SERVIZIO INTERFORZE

0
7

MADDALONI/SANTA MARIA A VICO – Al fine di garantire un controllo della movida cittadina e contrastare il dilagante fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti, nella serata di ieri, nei comuni di Maddaloni e Santa Maria a Vico, è stato attuato un servizio straordinario interforze predisposto dalla Questura di Caserta. Il servizio ha visto impiegati in campo personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Gli operatori delle forze dell’ordine, con centro di raccordo presso il Commissariato di P.S. di Maddaloni, si sono dispiegati su tutto il territorio interessato, concentrando l’attenzione sui principali luoghi di spaccio di sostanze stupefacenti, provvedendo ad eseguire controlli e perquisizioni presso esercizi pubblici cittadini, circoli ricreativi oltre che molteplici controlli nei confronti degli utenti della strada.

Nel corso dei predetti servizi, sono stati controllati 94 nominativi, appartenenti a persone frequentatrici dei bar e dei circoli ricreativi   interessati dai controlli, nonché eseguite diverse perquisizioni.

Durante i controlli, una persona, con precedenti penali, presente in un circolo ricreativo di Santa Maria a Vico, è stata denunciata per porto abusivo di arma da taglio, e, nell’ambito dello stesso circolo, un altro soggetto è stato sanzionato amministrativamente e segnalato alla locale Prefettura per possesso di sostanza stupefacente, tipo Hashish, per uso personale.

Inoltre, un soggetto, gravato da numerosi precedenti penali,  è stato deferito all’A.G. competente per violazione al Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Maddaloni, emesso dal Questore di Caserta, mentre un altro soggetto è stato  sanzionato e segnalato alla locale Prefettura per possesso di sostanza stupefacente per uso personale, in quanto, nel corso di una perquisizione domiciliare, nella propria casa è stata  rinvenuta, ben occultata, sostanza tipo Hashish, che veniva sequestrata dagli operatori.

Nell’ambito delle attività connesse, il titolare di una Sala VLT è stato deferito all’A. G. competente per mancata presenza all’interno dell’esercizio, la cui gestione, nella serata, è stata demandata a soggetto privo di autorizzazione, mentre un altro esercizio pubblico è stato sanzionato per mancata esposizione della licenza.