CAB: È UFFICIALE, DOMANI LA GIUNTA RISOLVERÀ IL GUAIO PROVOCATO DALLA REGIONE CAMPANIA

0
10

– di Salvatore Zinno – Siamo finalmente in dirittura d’arrivo per l’annosa questione che assilla il Consorzio Aurunco di Bonifica di Sessa Aurunca, i suoi dipendenti e tutto il territorio interessato, con le inevitabili gravi ripercussioni sul comparto agricolo-produttivo dell’area Aurunca.

Parola dell’On. Fulvio Bonavitacola in persona.

L’annuncio è stato dato venerdì pomeriggio, a margine del tavolo per la trasparenza sul decommissioning della centrale nucleare del Garigliano tenutosi a Maiano di Sessa Aurunca, una pattuglia di operai del CAB ha intercettato il Vice Presidente della Giunta Regionale della Campania, il quale assieme, al Consigliere Regionale Gennaro Oliviero, si sta occupando della questione CAB. Dopo mesi di rinvii e annunci, Bonavitacola ha messo la parola fine alla questione, affermando: “martedì (21 maggio – ndr) la delibera di accorpamento del CAB al Consorzio di Bonifica di Caserta, sarà portato in Giunta Regionale ed approvato”.

La novità, annunciata alla presenza dei due dirigenti del Consorzio Gagliardi e Montanaro e numerosi operai, ha provocato un’ondata di ottimismo tra i lavoratori del Consorzio che hanno subito fatto circolare la buona notizia, stanchi e sfiniti per aver subito in prima persona, da anni, le false promesse della politica locale e regionale.

Infatti, come spesso raccontato da questo giornale, è da circa sei anni che questi lavoratori stentano nel portare avanti la loro attività occupazionale e sono stati, a più riprese, illusi ed irretiti dai politici di riferimento dell’area aurunca; per un lungo periodo addirittura hanno lavorato completamente gratis fornendo il servizio irriguo agli agricoltori senza ricevere nessuna retribuzione e rimettendoci anche i soldi per recarsi sui posti di lavoro sparsi lungo tutto il territorio di competenza del CAB.

Le parole dell’Assessore Bonavitacola, cadono dunque a proposito, annunciando una svolta sostanziale per le sorti dei lavoratori e degli agricoltori aurunci.

C’è da dire che spesso, alla vigilia di importanti tornate elettorali – ma anche recentemente in occasione delle primarie del PD – gli annunci salvifici per il CAB si sono sprecati senza poi essere accompagnati da fatti concreti, lasciando tutto nel solito “limbo” nel quale è consegnato il CAB sin dall’era del Commissario Barretta ed ancora prima del Presidente Raffaele Puoti (oggi presidente di Confagricoltura Caserta e stranamente silente sulla questione Consorzio che coinvolge e danneggia pesantemente gli iscritti dell’associazione di categoria da lui rappresentata), veri artefici della discesa agli inferi dell’Ente Sessano.

Pur trovandoci alla vigilia di una nuova tornata elettorale, che tra l’altro vede impegnato come capolista per il PD un assessore della Giunta De Luca – il dott. Franco Roberti – ragion per cui tutto lo stato maggiore politico della Regione è chiamato ad un massiccio impegno, i lavoratori e gli agricoltori sono ottimisti e vogliono avere fiducia ancora una volta nell’annuncio lanciato venerdì.

Domani sapremo se si è trattato di un ennesimo annuncio pre-elettorale o davvero la Giunta Regionale ha deciso di mettere fine ad uno spettacolo indecoroso che ella stessa è stata capace di creare in lunghi anni di pessima valutazione e gestione del problema Consorzio Aurunco di Bonifica.