OSPEDALE, INTERINALI, ELEZIONI & SPEDIZIONI PUNITIVE

1

(f.n.) – Se non provvede ad attivare il regolatore di impulsi e di emozioni, Santa Tetta  dei Senzafreni, diventerà in breve tempo, tutta di un bel verde acceso, come Hulk, ed il suo fido accompagnatore, finalmente vincitore di concorso (sic), passerà alla storia come Mario Massimo il Sostenitore, il che in verità, non costituisce quello che si dice “una perla del curriculum” ed anche chi, del curriculum non ha mai saputo cosa farsene, perché fortunato lui, è stato sovente scelto e nominato sulla fiducia, a scatola chiusa, …(e state calmi perché sapete che è così)…forse troverebbe riduttivo figurare nella storia dell’Ospedale, come un  semplice sostenitore, quando in realtà, è la nobile e diretta emanazione del convitato di pietra …Ebbene… il duo prestigioso si sta producendo in spedizioni punitive, in danno di questo o di quello, adducendo peraltro, secondo quanto riportato da radio ospedale, pretesti futili ed inconsistenti…La domanda sorge spontanea: avranno avuto ordini precisi di allineare qualche ribelle che osa pensare autonomamente, oppure qualcuno ha soffiato in giro che sta per arrivare la solita visita “organizzata” ma ufficialmente “a sorpresa”  della Regione per cui Santa Tetta si è decisa a lasciare il tabernacolo per lasciare l’impronta fresca della sua ispezione?, comunque sia ed in onore di questo improvviso raptus ispettivo,  vogliamo informare la “directora” su una vicenda che ci è stata raccontata da una signora che la settimana scorsa, si è recata nel reparto di Otorinolaringoiatria, perché sua figlia aveva bisogno di fare logopedia…La signora X indecisa se definire ciò che le è capitato un caso di malasanità o strafottenza, ci racconta che, giunta in Otorino, ha avuto immediatamente l’impressione di trovarsi in un mercato rionale…dopo avere atteso un bel po’ di tempo, riesce a parlare con un signore in camice anonimo, quindi non riesce a comprendere se si tratti di un medico o di un infermiere, il quale le dice che la lista d’attesa è molto lunga e che c’è una sola logopedista, aggiungendo che si trattava di una interinale, che, per giunta, in quel periodo era in ferie, per motivi elettorali…La signora x ha testualmente commentato con noi: “A me cosa interessa se la dottoressa è candidata o fa la campagna per qualcuno?, a me interessa che il servizio non venga interrotto per i comodi della politica e che mia figlia venga seguita da una professionista seria, garantita da meriti riconosciuti ufficialmente e non dall’intervento politico”. Niente da eccepire…purtroppo questa è la realtà…Allora… Santa Tetta & Company, che urla e insulta ed utilizza un linguaggio oxfordiano, se proprio desidera dedicarsi ai controlli, potrebbe iniziare dal reparto di Otorino o no?, magari potrebbe approfittare per fare la conta degli straordinari…visto che si trova e poiché sono in due, impiegheranno pochissimo tempo…uno scrive ed uno legge…Hasta el control!

1 commento

  1. Tutti allineati e in posizione proni se non si vogliono ritorsioni. Purtroppo questa è la realtà ospedaliera

Comments are closed.