ASL, SI RINNOVANO CONTRATTI CON LODE AD ESPERTE DI RESTAURO

0

 (f.n.) – Se dovessero prolungarsi i festeggiamenti iniziati nella notte dei tempi, quando il primo incarico per “presa diretta”, in spregio alla norma ed alla regola ed alla faccia nostra, vostra e di tanti poveracci che potrebbero avere bisogno dei servizi della Sanità casertana, dovremmo cominciare a pensare alla tessitura di una bandiera bianca da innalzare e sventolare come segno di resa…Sarebbe una resa incondizionata agli effetti e soprusi della malagestio dell’Asl di Caserta, alla strafottenza di alcuni, all’indifferenza di ogni regola o etica comportamentale di altri. Perché parliamo di festeggiamenti?, perché continuare impunemente a procedere lungo un sentiero nebuloso, in cui le regole vengono tranquillamente bypassate, equivale a festeggiare il precedente mancato rispetto “consolidato” delle regole o no? E mentre le stelle di Cronin stavano a guardare, qui stanno a guardare i gonzi per tradizione, cioè noi ed il resto del mondo. E…andiamo a registrare l’ennesimo scempio. Con la delibera 788 del 31 maggio u.s.  si “Rinnova incarico di Direttore Struttura Complessa UOC Ser.D di Capua, ricoperto dalla Dottoressa Lilia Nuzzolo”. Ma la dottoressa in oggetto, non era la stessa che con Determina 3282 dello scorso aprile, si rese artefice l’artefice di una “sottrazione indebita” di fondi, 15.000,00 Euro più IVA destinati, finalizzati e vincolati dalla Regione Campania alle cure per il gioco d’azzardo, al fine di restaurare i mobili antichi del proprio ufficio di Aversa? Non era la stessa dottoressa, che con la stessa determina si produceva in un ipotetico “Abuso di Ufficio” arrogandosi compiti di cui dovrebbe essere titolare l’Ufficio Patrimonio? Non era la stessa che con probabile “millantato credito” si autonominava RUP (Responsabile Unica del Procedimento) titolo che in verità dovrebbe essere appannaggio dell’Ufficio Tecnico Manutentivo? Ora, dopo aver ripassato doverosamente fatti e vicende quantomeno insolite, andiamo a leggere la Delibera. Ebbene… a dimostrazione del fatto che i brutti, sporchi e cattivi, sono tali ed anche peggio, soltanto agli occhi di chi viene “sgamato” nelle sue fantastiche e coreografiche deformazioni, leggiamo che la dottoressa Concetta Cosentino, Dirigente del Personale, propone al Direttore Generale di “Procedere al rinnovo dell’incarico ricoperto dalla dottoressa Lilia Nuzzolo quale Dirigente dell’UOC Ser.D di Capua, per un ulteriore “quinquennio”, sino al 01.07.2021”. Sì…anche voi come noi…avete letto bene! Per altri cinque anni da oggi e fino al 2021!!! Ma da oggi al 2021, gli anni non sono 3 (tre)? Anzi 2 (due)!!! L’errore marchiano, come se non bastasse, viene riproposto ben tre volte nel corpo della Delibera! E se i medici, in sala operatoria, contano i punti di sutura come la Cosentino conta gli anni, c’è di che stare preoccupati, o no? Ma evidentemente i mega dirigenti amministrativi di Asl E AORN hanno scarsa dimestichezza con la necessità di essere precisi ed attenti… D’altronde, se si rinnova il contratto ad una Psicologa che deve sovrintendere anche all’attività di Medici preposti alle terapie farmacologiche per gli utenti dei Ser.D., cosa possiamo sperare ancora se non che Sant’Alfonso dei Liguori ci indichi la via? Ma tutto ciò non basta. Infatti, il Rinnovo con Lode, dopo quanto descritto in precedenza, avviene a seguito di “giusta valutazione” del Collegio Tecnico per Area Sanitaria Professionale Tecnica e Amministrativa, che esprime Giudizio Positivo sulla Valutazione della Restauratrice con il beneplacito del dottor Arcangelo Correra, in formazione! Ma che bravi i nostri direttori…senza la t. Hasta la nuestra paciencia!