IL CONSIGLIERE DI MINORANZA SALVATORE ABBATE CANDIDATO AL CONSIGLIO PROVINCIALE

0
SALVATORE ABBATE

SAN PRISCO – Sul dottor Salvatore Abbate, laureato in Scienze Infermieristiche e dipendente dell’Ospedale G. Melorio di Santa Maria Capua Vetere, la maggioranza delle Ali e Liberamente Insieme potrebbero trovare l’intesa per non far mancare un consigliere alla provincia, dopo l’esperienza di Francesco Paolino, attualmente vicino alle posizioni del Presidente della Provincia, Giorgio Magliocca, entrambi in Forza Italia. Queste anticipazioni forniteci dalla presidente del gruppo “Liberamente Insieme”, Matrona Libertino. Ebbene i sostenitori di Salvatore Abbate, ex DC, attualmente senza nessuna tessera di partito, li troviamo anche negli altri comuni di Terra di Lavoro; da Santa Maria Capua Vetere a Capua, da Curti a Casapulla, da Casagiove a Caserta, ove questo modesto ed umile infermiere professionale è stimato per la sua grande umanità e disponibilità. Diciamo che Salvatore è figlio d’arte, giacché il papà, zio Ciccio, è stato sempre un iscritto alla Democrazia Cristiana, ai tempi dell’ing. Francesco Zibella e Stefano Paolino, ma anche un simpatizzante dei Socialisti, anche per il suo rapporto privilegiato con il compianto primo cittadino, professore Agostino Stellato. Da indiscrezioni abbiamo anche appreso che, in vista delle elezioni provinciali di ottobre, qualche addetto ai lavori, preannuncia anche un probabile rimpasto dell’attuale giunta, guidata dal primo cittadino dottor Domenico D’Angelo. Infatti non si placano le tensioni all’interno della maggioranza consiliare, e diventano sempre più ingenerose le posizioni dei due consiglieri Cinotti e Carrillo, rispettivamente del gruppo di Generazione Futura e Noi Valori. Sicuramente dopo la prima settimana di settembre e precisamente dopo la festa patronale, inizieranno le trattative per portare alla provincia Salvatore Abbate, con Liberamente Insieme che potrà divenire ago della bilancia per sostenere il dottor Domenico D’Angelo, fino alla fine del mandato, maggio 2021.Tacco di Ghino