COMMISSIONE AMBIENTE, MANCATA CONVOCAZIONE: LE PROTESTE DEL CONSIGLIERE CORTESE

0
7

MADDALONI – Riceviamo e pubblichiamo una nota del Consigliere comunale del gruppo misto, Bruno Cortese.

  “Inspiegabilmente ci troviamo completamente svuotati da oltre un mese del nostro ruolo di consiglieri comunali all’interno della commissione Ambiente e Territorio in seguito alla decisione assunta monocraticamente dal presidente Nunzio Sferragatta”. Esordisce in questo modo il consigliere comunale indipendente Bruno Cortese, leader del movimento cittadino Maddaloni Green, in merito alla mancata convocazione della commissione dallo scorso 12 giugno. “Attraverso una nota – prosegue Cortese – ci è stato notificato che ‘al fine di favorire una corretta sinergia con i delegati di riferimento in giunta, i lavori della commissione saranno sospesi in attesa di ricevere indicazioni circa le tematiche cui dare priorità’. Una scelta discutibile non solo sul piano del metodo ma anche del merito in quanto il ruolo dei consiglieri e delle commissioni deve essere totalmente slegato da quello dell’esecutivo, soprattutto per la funzione di controllo che esercitano”. L’esponente del gruppo misto ha atteso diverse settimane immaginando che il presidente fosse prossimo alla convocazione dell’organismo. “Nella fase di insediamento – continua ancora Cortese – c’è stato un acceso dibattito sull’importanza e sul ruolo delle commissioni da cui è emersa la necessità che queste continuassero a riunirsi con una cadenza fissa. Durante l’emergenza rifiuti di queste settimane la commissione avrebbe dovuto naturalmente dare il proprio contributo per la risoluzione del caso e confrontarsi sugli orientamenti che l’amministrazione stava assumendo. La scelta del presidente anche rispetto a questa circostanza risulta essere ancora più miope”. Il consigliere chiude il suo intervento lanciando un appello al presidente e ai colleghi: ‘Non credo che ci sia altro tempo da attendere. La commissione Ambiente e Territorio va immediatamente convocata e deve tornare a svolgere il suo ruolo propulsivo e di controllo per contribuire al corretto andamento dell’amministrazione e rispettare il mandato che i maddalonesi ci hanno conferito come loro rappresentanti”.