IL CONSIGLIO PROVINCIALE APPROVA L’ALLINEAMENTO DI BILANCIO

0
5

CASERTA – Hanno votato a favore il Presidente della Provincia, Giorgio Magliocca, i tre Consiglieri Provinciali di Forza Italia, Francesco Paolino, Claudio Perrotta, e Antonio Diana, i tre Consiglieri di “Campania Libera”: Domenico Laurenza, Mauro Di Stefano e Mario Russo.

Si è astenuto il Consigliere Gianluigi Santillo. Ha votato contro Alessio Dello Stritto.

Hanno abbandonato l’aula i quattro consiglieri Provinciali del PD: Raffaele Guerriero, Pino Moretta, Basilio Vernile, Carlo Russo e il Consigliere Enzo Galantuomo.

Assenti Luigi de Cristofaro, Salvatore Martiello e Fortunato Griffo.

“Abbiamo approvato un importante documento contabile – ha dichiarato Magliocca – appostando in bilancio oltre 4 milioni di euro per l’edilizia scolastica, che consentiranno, a settembre, la regolare riapertura delle scuole secondarie. Così come ulteriori fondi sono stati stanziati per la manutenzione delle strade e la pulizia dei fossi delle arterie provinciali. Con il nuovo bilancio, ancora, è stato deciso l’impiego dei fondi di ristoro ambientale per la centrale nucleare del Garigliano e abbiamo programmato gli stanziamenti per la messa in sicurezza dello Stir e del sito che ospita le ecoballe a Villa Literno”.

“Sono soddisfatto del risultato ottenuto, ma non posso non sottolineare tutto il mio stupore per il comportamento di alcuni consiglieri che si sono impegnati, per fortuna senza riuscirci, a non far passare il Bilancio, perché avevano avuto indicazioni in tal senso dal loro partito. Mi spiace constatare come, l’interesse di bottega sia stato erroneamente anteposto a quello più generale del territorio e dei cittadini. Io credo – ha concluso Magliocca – che le soluzioni alle istanze di carattere generale che investono il futuro della nostra Provincia non dovrebbero mai essere negoziate con i piccoli interessi di partito”.

La stoccata di Magliocca non è solo ai consiglieri provinciali del PD, ma soprattutto al Presidente provinciale del PD ed ai consiglieri regionali Stefano Graziano, Gennaro Oliviero e Giovanni Zannini, che in questi ultimi giorni avevano lavorato per la mancata approvazione dell’allineamento di Bilancio. Un lavoro senza costrutto, in quanto la cui mancata approvazione non avrebbe fatto decadere il Presidente della Provincia, ma avrebbe soltanto creato disservizi ai cittadini di una provincia già martoriata.