CELLOLE, LA MONNEZZA DEL PRIMA E LE “FIGURELLE” DEL DOPO

0

(f.n.) – Un comunicato originale oltre che incompleto quello che la sindaca di Cellole Cristina Compasso ha inviato ieri alla stampa e che, dopo avere sperato inutilmente di ricevere una “errata corrige”, oggi, riportiamo integralmente. Ci si chiede quale sia il senso di un comunicato, in cui si rende noto l’incontro della sindaca con il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, se non quello di “cercare di far passare” sia di essere a conoscenza della presenza, peraltro rituale del presidente Sassoli a Baia Domizia, sia di distrarre l’attenzione dalla notizia che a 30 metri dalla casa del presidente fino a due giorni prima, vi erano colline di monnezza che, si presume, siano state rimosse. La politica che induce ad ignorare le critiche soprattutto quelle sostenute da immagini…senza degnarsi di fornire una parola di spiegazione, un tentativo di giustifica, un “apparamiento qualsiasi” oppure un salutare “abbiamo sbagliato”, la strategia del “fall parlà”, non ha mai portato da nessuna parte ed è una politica sbagliata, peraltro distante anni luce dalla politica illuminata del compianto Franco Compasso, citato sovente da sua figlia. Se la sindaca fosse stata a conoscenza della presenza del Sassoli, si sarebbero sicuramente riguardati, dallo scaricare la monnezza a 30 metri da casa sua ed avrebbero allertato l’ingegno,  per sistemarla adeguatamente, come del resto dovrebbero fare quotidianamente…ma il fatto che la sindaca non faccia un solo accenno ai fatti, ma lanci in onda le figurine sorridenti che la ritraggono assieme al presidente del Parlamento Europeo, lasciano perplessi prima e la dicono lunga poi, sulla linea politico-strategica del sindaco di Cellole, laddove non somiglino molto, ma proprio molto, ad una presa in giro. Speriamo soltanto che, una volta tolta alla vista di Sassoli, la vagonata di monnezza non sia stata scaricata davanti alla abitazione di qualche malcapitato, comune mortale sì, ma con gli stessi identici diritti di un parlamentare.

Il comunicato di domenica 18 agosto

La sindaca di Cellole, Cristina Compasso, ha incontrato in una sala riservata di un noto lido di Baia Domizia, il “Rendez Vous” della famiglia Toraldo, il Presidente dell’Europarlamento David Sassoli. Al neo Presidente, eletto il 5 luglio scorso, in vacanza con la moglie Alessandra e i due figli, non è mancato il benvenuto della sindaca Compasso, che gli ha donato alcuni libri del papà, On. Franco Compasso, Europarlamentare a ridosso degli anni ’90. Sassoli, prima di iniziare la carriera politica, ha lavorato come giornalista per più di vent’anni: prima per il Giorno e poi al Tg3 e al Tg1, di cui è stato vicedirettore fra il 2006 e il 2009, conducendo per molti anni l’edizione delle 20. Nel 2014 viene eletto per la seconda volta come Parlamentare Europeo. Fin da giovane trascorre un periodo delle proprie ferie nella splendida cornice di Baia Domizia, tra l’eccellenza del mare e la pineta Domiziana.