VAI AVANTI TU…CHE MI VIEN DA RIDERE…

0

(f.n.) – Carina la mossa di De Luca the Father che suggerisce a De Luca the Son, in una immaginaria conversazione familiare: vai! …tasta il terreno,  tanto…questi sono quattro deficienti…( i deficienti ovviamente siamo noiautri, meglio conosciuti come il resto del mondo) cosa vuoi che capiscano di politica…tu vai…prendi la parola e dichiara che un voto anticipato scaricherebbe sulle famiglie…ricordati “famiglie”,  poni l’accento sulle “famiglie”… hai capito?, non sbagliare!….allora dicevamo…il voto anticipato scaricherebbe sulle “famiglie” i rischi di un aumento della pressione fiscale…poi…senza enfasi…così come se la soluzione fosse naturale e l’unica possibile… dirai che  proprio per questo, risulta responsabile e corretta la posizione del Pd, che si mostra disponibile all’apertura del dialogo con le forze politiche, che hanno a  cuore gli interessi degli italiani…tu non ti sbilanci… ma parli… ed attendi le reazioni…poi ci penso io…mi raccomando non fare pasticci, come tuo fratello, si…non ricordi?…quella volta là delle ecoballe? …stai attento …insomma… ….ricorda…famiglie..pressione fiscale e apertura indispensabile… chiaro?…insomma …vai avanti tu che mi vien da ridere se penso che li facciamo fessi anche questa volta!” Indubbiamente i famosi imbecilli che, secondo la scuola di pensiero di De Luca, nel 2018 inguaiavano il Pd sono andati a purgarsi dei loro limiti al santuario della Madonna di Guadalupe ed ora si presentano al mondo, pronti a governare assieme al testimonial della bevanda preferita dei nipotini del Governatore…Ed il bravo figliuolo, onorevole Piero, rilascia puntuali dichiarazioni di apertura suggerite da papà, che, almeno conserva il garbo, di non venirci a ridere in faccia dopo averci “fatti fessi” un’altra volta… Ma…se la posizione flessibile del Governatore provoca un assoluto sconcerto da un lato ed una delusione profonda dall’altro, ciò che non sarà tollerabile, senza una flebo di biochetasi preventiva, è la, si presume,  stupefacente, sceneggiata che dovrà architettare la Ciarambino, al momento in assoluto silenzio hawaiano,  quando sarà costretta a trovare una giustificazione alle comparsate casalinghe su fb, con lo scialletto sulle spalle e il capello smorto da fresca sposina, contro De Luca il male assoluto…E’ appena il caso di sottolineare che dal Pd nessuno si è mai aspettato dimostrazioni di coerenza, tra le posizioni del passato e le attuali del presente ondivago, soprattutto se in ballo c’è il potere…la nostra facoltà di percezione è caduta in basso, ma non così in basso da guardare con l’occhio stellato, uno come Martina e pensare che conosca l’aramaico,  ma dai grillini la coerenza…la si pretende addirittura…dal momento che la spocchia del “soloiosonopuroalmassimomiamadre” ha davvero superato la soglia della decenza…e la nostra proverbiale pazienza sta per saltare…quindi la Ciarambino se fosse una persona coerente, al momento dell’accordo Pd-M5S dovrebbe dimettersi, assieme a tutti coloro che oggi, per ragion di stato e di poltrona, faranno finta che non sia successo niente nell’ultimo quinquennio e che tutto ciò che è stato dichiarato, le accuse reciproche e vergognose che hanno infestato youtub e social vari, erano soltanto una prova di trasmissione dati in attesa di dividersi quel che resta. Hasta la vista companeros de merienda!