SAN PRISCO, FESTA DELL’ADDOLORATA: LUNEDÌ ATTESA FIORDALISO

0

 –  di Carmine Eliseo   –

SAN PRISCO (CE) – Lunedì 30 in Piazza Santa Rosalia la Emiliana-Romagnola Firodaliso concluderà i Festeggiamenti della Madonna Addolorata della Parrocchia di S.S. Maria di Costantinopoli, guidata da Don Giuseppe Cappabianca e dal suo più stretto collaboratore don Carlo Pascarella. Anche quest’anno, grazie all’impegno di pochi coraggiosi, guidata da Luigi Curatolo, che si sono messi in prima fila per la raccolta delle offerte, in meno di quindici giorni dalla festa principale, quella dei protettori San Prisco e Santa Matrona. La Processione di domenica 29 attraverserà Viale Trieste, Via M. Monaco e alcune traverse adiacenti e poi la sera ritornerà presso la Parrocchia detta “A PART E VASC” per distinguersi dall’altra parte della città di San Prisco. L’amministrazione comunale certamente non farà mancare il suo modesto contributo alla Commissione, al quale va il plauso di raccogliere faticosamente, casa per casa, le somme che serviranno per le luminarie, i fuochi e il famoso “CONCERTINO” che vedrà quest’anno Fiordaliso, nota cantante italiana, piacentina di nascita, che ha ancora una bellissima voce e tanti fans. Don Giuseppe Cappabianca, nonostante i suoi problemi di salute, non ha voluto mancare durante tutte le iniziative pastorali che sono iniziate dall’altra settimana con una fiaccolata presso la statua di Padre Pio, voluta tenacemente dai fedeli della Parrocchia. Abbiamo chiesto al suo più stretto collaboratore, il giovane da lui scelto alcuni anni fa, don Carlo Pascarella, se il sogno di don Peppino si avvererà: “La nuova Chiesa, che dovrebbe sorgere tra via Gianfrotta e Via Funari, è ancora in stand by per mancanza di fondi, ma tutte le pratiche burocratiche ed amministrative sono a buon punto”.

Intanto nella Parrocchia S.S. Maria Costantinopoli il giovane sacerdote è riuscito in poco tempo a coagulare intorno a sé tanti giovani che si incontrano presso il Centro di Via Madonna delle Grazie, ove un campetto di calcio è a disposizione di tutti i ragazzi e dove gli operatori tengono varie manifestazioni per tenere uniti tante ragazze e ragazze che saranno il futuro della nostra città. Un ringraziamento particolare alle Donne di questa Parrocchia, sempre in prima fila per sostenere tutte le iniziative di don Peppino, al quale dalle pagine di questo giornale online facciamo sempre un in bocca al lupo per la sua salute.