A NAPOLI SI RIUNISCONO GLI STATI GENERALI DELL’INFANZIA E L’ADOLESCENZA

0

OCCASIONE STRAORDINARIA PER AFFRONTARE, RIFLETTERE E PROPORRE CORRETTIVI E SOLUZIONI A PROBLEMI ANCORA IRRISOLTI DEL DISAGIO GIOVANILE

NAPOLI – La Convenzione ONU di New York del 1989 sui Diritti del Fanciullo (Convention on the Rights of the Child -CRC), ratificata in Italia con Legge n. 176 del 27 maggio 1991 e da altri  196 Paesi al mondo – ad eccezione degli Stati Uniti – compie quest’anno il 30° anniversario.  Essa ha avuto la preziosa finalità di creare un insieme di garanzie minime a tutela dell’infanzia accettabili dall’intera comunità internazionale e di far riconoscere, per sempre, il fanciullo non soltanto come oggetto di tutela e assistenza ma soprattutto come soggetto di diritto e, dunque, titolare di tutti i diritti riconosciuti a ogni persona umana. Ogni bambino gode ora del diritto di crescere sano e in condizioni di sicurezza, di sfruttare il suo potenziale, di essere ascoltato e di essere preso sul serio. Il bisogno più profondo dei bambini, come di ogni persona, è sapere che qualcuno si preoccupa per loro e di sentirsi amati in maniera unica, personale, individuale e continua.  Mentre negli ultimi tre decenni sono stati compiuti notevoli progressi, permangono ancora sfide significative, in particolare per i tanti bambini che vivono in situazioni svantaggiate e vulnerabili.  Questo 30esimo anniversario vuole essere l’occasione di creare uno slancio per la comunità internazionale e per il nostro Paese Italia, per intensificare gli sforzi, per far prosperare i bambini, per rinnovare l’impegno a proteggerli e promuovere tutti i loro diritti umani.

Il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Campania, Prof. Giuseppe Scialla, colta l’opportunità di celebrare la ricorrenza della firma della Convenzione  per esaltarne l’intuizione, i contenuti del Testo, i sacrifici e le soddisfazioni dell’opera e il percorso applicativo fin qui avuto, ha invitato in Campania, a Napoli, per una Convention di due giorni di intenso lavoro di gruppo – Giovedì 14 e il Venerdì 15 Novembre 2019  – nella prestigiosa Sede del Consiglio Regionale della Campania, tutti i colleghi Garanti per l’Infanzia d’Italia per affrontare insieme e con l’apporto delle riflessioni della Garante Nazionale e dei Presidenti Nazionali di UNICEF, Save the Children, Telefono Azzurro e dell’Istituto degli Innocenti di Firenze, le questioni sociali per i minori ancora aperte, quali : contrasto alla povertà educativa,  contrasto alla violenza, abusi e maltrattamenti, giustizia minorile, affido, adozioni e strutture di accoglienza, salute e benessere sociale, auspicando possibili positive soluzioni.

Il tema scelto per tale evento è : “Stati Generali dell’Infanzia e dell’Adolescenza : proposte correttive e concrete per il futuro“. Il sottotitolo specifica bene la finalità dell’evento e gli obiettivi da condividere.

In tale prospettiva, anche il mondo politico istituzionale – e per esso il Consiglio Regionale della Campania – allo scopo di rafforzare una più diffusa sensibilità sui temi e sulle problematiche dell’infanzia e adolescenza, ha parimenti promosso la Conferenza triennale sull’Infanzia e l’Adolescenza  (Art. 7 della L.R. n. 17/2006), integrandola sapientemente nella predetta iniziativa degli Stati Generali.

La Convention di Napoli intende dunque confermare il forte impegno del Garante regionale, Prof. Giuseppe Scialla, alla costante ricerca di soluzioni e prospettive che possano efficacemente rafforzare i diritti dei bambini e degli adolescenti, ponendoli al centro della società e rendendoli la vera risorsa civica.