CONSIGLIO COMUNALE, OPERA PIRANDELLIANA RECITATA A SOGGETTO

0
  • di Nicolò Antonio Cuscunà

Tutto come previsto nelle prove sceniche, come da copione dell’operetta cui è abituato il Partito Democratico di Carlo Marino.

Maggioranza rodata con burattini legati a doppi fili. Due spazi scenici, il palcoscenico e i luoghi utilizzati dal pubblico. Le contraddizioni dell’essere umano, rispetto alle proprie azioni e le motivazioni “dell’altro” che è dentro e, viene non si sa da dove per determinare l’agire. 

Infinito rapporto tra : ” realtà e la rappresentazione teatrale…”OGNUNO la rappresenta plasmandola a convenienza.

Volendo paragonare gli avvenimenti della cosiddetta politica casertana con taglio culturale , potremmo azzardare gli accadimenti ad un segmento  dell’opera pirandelliana : ” Ciascuno a suo modo; ..Personaggi in cerca d’autore; ..Questa sera si recita a soggetto.

Sappiamo che non è così, ma vogliamo continuare a vedere il bicchiere sempre mezzo pieno.

Seconda convocazione del C.C. per l’approvazione di tre documenti delicati : due bilanci consuntivi ed il preventivo 2019 + il triennale. 

Appuntamento in seconda convocazione ,nel salone delle adunanze in palazzo Castropignano di piazza Vanvitelli.

Giorni concitati quelli precedenti, tensioni ed ansie,  riunioni fiume, prese di posizione a favore e contro ; incertezze contabili formali e sostanziali, pareri discordanti del Collegio dei revisori, hanno reso l’atmosfera della vigilia elettrizzata , effervescente, drammatica.

Giovedì 19 dicembre , giorno della resa dei conti, appello nominale del presidente De Florio , minoranza presente al completo, maggioranza con assenze non preventivate.

Eccezione formale sollevata dal gruppo Speranza, in dubbio la validità dell’adunanza ,rispetto i tempi e modalità di presentazione, al consiglio ,della documentazione da analizzare per l’approvazione. L’opposizione digrigna i denti, la maggioranza mette ai voti e supera a maggioranza e va oltre.  

Tra le fila della maggioranza si nota l’assenza dei consiglieri Peluso e Megna del gruppo “INSIEME”, non tarda ad arrivare un documento di presa di distanze politiche dal sindaco Marino, con le dimissioni dell’assessore Petrillo.

Qualcosa incomincia a non combaciare alle previsioni costruite a tavolino dall’ottimo menestrello-sindaco. Il dibattito inizia con fuoco nemico, le minoranze  diversificano gli interventi e restano distinte e distanti, poi accade quel che tutti aspettavano : ” l’intervento del dissidente il pieddino , mai pentito, Antonio Ciontoli. Fuoco, fulmini e saette fuori dalla sala e dentro. Chiamarlo alterco, battibecco non lascia intuire le  immagini degli accadimenti. Per farla breve , tra un’interruzione e l’altra , sono volati i panni sporchi, le mappine gli stracci. L’accusato sindaco Marino,….aiutato dall’effervescente scudiero Antonio Di Lella si distingueva per veemenza e arroganza.

La mattinata  scivola con l’intervento focoso ed a denti stretti di Massimiliano Marzo del gruppo zinziano; soft con scarso mordente di Bove e Fabrocile; con proposta di andare tutti a casa dimettendosi di Ventre; squisitamente puntigliosa e tecnica di Desiderio. In linea con il ruolo di opposizione senza condizioni di Stefano Mariano di F.d.I.

Conclusioni-arringa, tu te la canti e te la suoni, del sindaco Marino lettore della nota spese per milioni e milioni d’interventi da farsi nei prossimi anni,  ipotecando altre due o tre sindacature. 

In ultimo , ricordino-regalo ai casertani , la maggioranza approva un emendamento a pareggio di bilancio, come chiesto dai Revisori,  che prevede l’aumento di tassa rifiuti e imposta sui fabbricati .

La serata termina col voto favorevole a maggioranza risicata,  16 ” SI ” all’approvazione dei documenti contabili , e  11 ” NO ” della minoranza + 2 della maggioranza -Antonio Ciontoli e Mario Russo . Assenti Peluso e Megna , allontanatosi e assente anche Gianfausto Iarrobino.

Cosa dire, AUGURI CASERTA, …continuerà l’agonia ,…oppure gli arroccati nella TORRE d’AVORIO scenderanno in  strada nell’estremo tentativo di recuperare DIGNITA’ ?