OSPEDALE, IL MEMORIALE DELLA DOMENICA 102

2

(f.n.) – Aorn, un’Azienda di Rilievo Nazionale ad Alta Specializzazione, le cui sale operatorie, a breve, potranno essere utilizzate come giardini di inverno, in attesa che trascorra il tempo sufficiente, per essere considerate prototipi dell’archeologia ospedaliera italica. La Chirurgia si sta asciugando, rattrappendo, consumando… liberandosi di un pezzo alla volta…ieri il rinvio di un intervento banale, oggi la cancellazione di un intervento importante, l’altro ieri un intervento programmato da tempo che svanisce tra un balbettio e l’altro,  nel nulla… ormai anche la giustificazione dell’emergenza Covid, che avrebbe bloccato tutto per due mesi, non regge più…due mesi sarebbero stati più che sufficienti per organizzare al meglio una eccellente ripresa delle attività ordinarie e non solo, perché una struttura sanitaria all’altezza, con una classe dirigente “seria”, non ha bisogno di pause rigeneranti per offrire risposte adeguate anche e soprattutto ad una eventuale richiesta straordinaria…invece…a cosa sono serviti i due mesi di servizi part time?, sicuramente ad affilare la cazzimma di qualcuno, per ripristinare gli straordinari ai soliti noti,  contrabbandandoli per imprescindibile necessità…certo…adesso si devono consumare obbligatoriamente le ferie ma soprattutto… si devono mantenere gli impegni assunti sottobanco, giocando al buio…ed intanto il livello di disorganizzazione ed incapacità, raggiunge e supera i livelli di guardia… prima si spostano 51 unità, rinforzando i reparti degli amici storici…Ps, Chirurgia d’urgenza, Day surgery e Chirurgia generale…poi si annunciano gli accorpamenti, poi il genio di Mensorio vaticina addirittura la riduzione dei posti nelle due rianimazioni che da 9 (generale)  e 8 (rianimazione cardiochirurgica)…dovrebbero diventare 6 e 6…Decisamente qualcosa non torna …prima sguarnisce di personale la Rianimazione poi riduce i posti letto, perché il personale non è sufficiente?…ah già!, …il problema degli anestesisti…pare che se ne siano andati in 9…forse qualcuno dovrebbe cominciare ad interrogarsi sulle ragioni a monte di queste fughe in re minore, da un’Aorn, o no? Forse a qualcuno dovrebbe pungere vaghezza di riflettere, sulla genesi, architettata da una strategia svergognata, dell’attuale “silenzio” chirurgico…Forse qualcuno dovrebbe avere il coraggio di leggere le cose e le vicende per quello che sono… La capricciosa manovrina del favorito tradizionale, Chicco Massa, orientata a creare il vuoto intorno, per offrire l’agio alla sua luce di dentro, di brillare in proprio, non soltanto ha fallito l’obiettivo, che era quello di far fuori Salzano de Luna e piazzarsi in trono, ma ha ottenuto che all’Ospedale di Caserta, praticamente “non si operi più”.  Forse l’analisi di qualche dato in merito, non sarebbe poi così sbagliato produrla… il capodipartimento Salzano de Luna meritava ben più di uno sgambetto, sia chiaro, per le inqualificabili “cofecchie” che imbastisce a cominciare dagli straordinari che concede, ma gli sgambetti, indipendentemente da chi li fa,  sono sempre e comunque una vera schifezza…E torniamo al problema “anestesisti”, che rischia di diventare assai serio…Il clima in Rianimazione è rovente…il primario Bucci arrivato da Milano in un momento particolare, chiamato da Ferrante (che a sua volta era stato chiamato per chiamare), non ha forse compreso,, quanto fosse importante non apparire come colui che, poiché proveniva dal Niguarda, aveva una marcia in più ed il resto del mondo era solo una fetecchia…e dal momento che ha dimostrato che non l’aveva capito per niente, i rapporti interni sono precipitati verso il basso…Pare tra l’altro che Bucci sia stato uno dei fautori della riduzione dei posti letto in Rianimazione, anzi qualcuno sostiene addirittura, che avesse suggerito la chiusura di una  delle due rianimazioni. Se così fosse, si dovrebbe telefonare al Niguarda e chiedere se ci fosse ancora posto, magari Bucci ci fa su un pensierino e si porta appresso anche Mensorio, altro genio delle riduzioni selvagge, in una stagione in cui il rischio di incidenti e traumi aumenta…Ma di cosa parliamo e con chi? A proposito…ma il concorso per direttore della Uoc di Anestesia e Rianimazione in quale ansa della riflessione, si è arenato?, ormai il rinvio causa Covid non ha ragione di essere, o no?, forse si attende di conoscere la data precisa delle elezioni regionali, così ci diamo una regolata? Hasta el Domingo!

2 Commenti

  1. Egregia Dott.sa Nardi io la ammiro ed apprezzo per quello che scrive. Personalmente stando a contatto giornaliero con l’A.O., posso senz’altro affermare che sto vedendo la sua caduta, la sua fine. Purtroppo penso ci sia la volontà politica di annientare questa struttura e gli abbandoni di nomi eccellenti nel campo medico mi fanno conferma di quanto dico. Hasta la vista (se così si dice).

  2. Elezioni Regionali. Non pensa altro che alle elezioni. Poi ci sono alcuni, i soliti , sindacalesi, che ammiccano il fare sindacato col la politica. Dove soffia il vento politico li piazzano la loro bandiera per allargare i loro interessi, e intanto i lavoratori soffrono mentre loro ingrassano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui