UNITI PER CAMBIARE ATTACCA ANCORA IL SINDACO TATONE

0

CASALUCE uniti per cambiare 300x300 UNITI PER CAMBIARE ATTACCA ANCORA IL SINDACO TATONECASALUCE – Il comitato civico ‘Uniti per Cambiare’ di Casaluce punta il dito contro l’amministrazione cittadina in un comunicato stampa pubblicato anche su Facebook, che vi riportiamo integralmente.

E’ quantomeno singolare che l’amministrazione non abbia mai replicato alle accuse del prof. Antonio Cutillo. Ricordiamo pertanto che la redazione di Appiapolis resta a disposizione per eventuali repliche e precisazioni del sindaco Antonio Tatone o della sua maggioranza.

Questa la nota.

“Quando all’incompetenza e all’incapacità amministrativa, si sommano la sfrontatezza e il disprezzo per le regole democratiche delle istituzioni, allora si arriva ad assistere a ciò che SUCCEDE SOLO A CASALUCE. A seguito dell’avviso di fissazione del consiglio comunale del prossimo 27 luglio, i consiglieri comunali di U.p.C. hanno inoltrato una missiva a S.E. il Prefetto di Caserta, motivando le ragioni della loro astensione dalla partecipazione a quello e a tutti i successivi Consigli Comunali, nel perdurare di una situazione irrispettosa del ruolo istituzionale dell’opposizione e di un comportamento oltraggioso dei diritti della nostra comunità. La stessa decisione è stata pubblicizzata mediante pubblici manifesti e annunci sui social. TATONE CHE FA? Indice un nuovo consiglio comunale per il 17 luglio, senza tenere nel minimo conto le richieste di questa opposizione e dei cittadini di CASALUCE. Cari concittadini, cari imprenditori, Tatone ha convocato un NUOVO CONSIGLIO COMUNALE, inserendo ben 9 (nove) punti all’ordine del giorno senza fare il minimo accenno, ANCORA UNA VOLTA, alle questioni che interessano massimamente la nostra comunità:
• IL FORNO CREMATORIO
• IL P.U.C.

È INTOLLERABILE, VERGOGNOSO e IRRISPETTOSO! Questo Sindaco, schiavo della volontà di NAZZARO PAGANO, continua a prendere in giro i CASALUCESI TUTTI!

• Dopo più di un anno dalla contestazione pubblica sul NO AL FORNO CREMATORIO,
• dopo che sono state depositate più di 3.000 (tremila) firme da parte del comitato NO AL FORNO CREMATORIO;
• dopo 11 anni di promesse di un P.U.C., di cui non si ha notizia alcuna, se non la solita cantilena “è tutto pronto” di Mr. “Mu vec’ io”;
• dopo le rimostranze di imprenditori e cittadini che sono esasperati dalla mancanza di un piano urbanistico comunale che legittimi l’impianto di imprese senza che sia violentata la nostra ZONA AGRICOLA;

IL SINDACO DEL COMUNE DI CASALUCE non DÀ UNA SOLA RISPOSTA, ma continua:
• a FARE SPALLUCCE;
• a NON ASCOLTARE IL GRIDO DEI CITTADINI;
• a TENERE SUL FILO DEL RASOIO LE ASPETTATIVE DEGLI IMPRENDITORI,
pur di consentire a NAZZARO PAGANO di continuare a fare campagna elettorale, promettendo e rassicurando a destra e a manca in vista delle ELEZIONI REGIONALI!!! SI DEVONO VERGOGNARE!!! I CASALUCESI NON MERITANO QUESTA INDIFFERENZA,
NÉ QUESTA NEGAZIONE COSÌ MARCHIATA DEI PROPRI DIRITTI!!! ‼️ La NOSTRA decisione è IRREMOVIBILE, la nostra PROTESTA CONTINUERÀ AD OLTRANZA:
DISERTEREMO I CONSIGLI COMUNALI FINO A CHE I DIRITTI DEI CASALUCESI NON SARANNO RISPETTATI!!!”

📢 Quando all’incompetenza e all’incapacità amministrativa, si sommano la sfrontatezza e il disprezzo per le regole…

Pubblicato da Uniti Per Cambiare su Martedì 14 luglio 2020