CAMPANIA ZONA ROSSA: MARIA LUIGIA IODICE IN CAMPO CONTRO LA DISINFORMAZIONE

0

“Questa settimana la Regione Campania è stata oggetto di numerosi “attacchi” mediatici in quanto le tv di tutta Italia si sono ritrovate a dare notizie sul forte collasso degli ospedali della nostra regione accusando la stessa di non essere in grado di risolvere i problemi che affliggono la nostra società”. Lo dichiara in una nota la consigliera regionale Maria Luigia Iodice, eletta nella lista Noi Campani.

“Non c’è dubbio – aggiunge – che la situazione ospedaliera è in forte affanno, come del resto in tutta Italia ed il modo in cui il nostro personale sanitario sta rispondendo è encomiabile. Sono molto mortificata nel vedere per l’ennesima volta la nostra amata terra così tanto martoriata e denigrata e per questo ci tengo a far presente a tutti i cittadini alcuni concetti fondamentali, in modo tale che tutti possano comprende gli accaduti.

La Regione Campania ha fatto presente al Governo centrale già ad ottobre l’evidente situazione di criticità e dallo stesso governo non ha ricevuto risposte in merito se non quella di basarsi sull’analisi dei dati numerici, dichiarando inizialmente la Campania “zona gialla” per poi trasformarla in “zona rossa” solo dopo una settimana.

La nostra Regione è stata la prima in tutta Italia a prendere delle decisioni drastiche e rigorose, inizialmente criticate anche da esponenti del governo centrale ma che poi hanno dimostrato l’efficacia per il contenimento del contagio da corona virus.

Nei mesi passati sono stati fatti degli sforzi enormi dal nostro governo regionale, che ha cercato per quanto possibile di potenziare il nostro sistema sanitario. Tutti conosciamo gli ospedali modulari, come quelli sorti negli spazi dell’ospedale del Mare a Napoli, quelli di Caserta e il Covid Hospital di Maddaloni, strutture d’avanguardia e tutte perfettamente funzionanti, sebbene la disinformazione fatta da molti pseudogiornalisti ritenga che questi ultimi, in particolar modo quello di Maddaloni, siano chiusi. Accuse infondate e che generano solo terrore per i nostri stessi cittadini.

Il momento storico che stiamo vivendo è molto drammatico e con tutta onestà certi atteggiamenti che definisco “anti-campani”, fanno male e soprattutto fanno riflettere molto. In un periodo di forte crisi, l’unica cosa che credo sia più opportuna fare è quella di evitare le polemiche e i conflitti politici. Denigrare il governo regionale e il suo operato è come denigrare i cittadini campani che da questo governo sono rappresentati.

Bisognerebbe unire le forze e lavorare insieme per la tutela di tutti i cittadini.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui