PIANO VACCINALE, GIRONE INFERNALE ALLA MOSTRA D’OLTREMARE. I SINDACATI PROTESTANO E SI CHIEDE LA SOSPENSIONE

0

%name PIANO VACCINALE, GIRONE INFERNALE ALLA MOSTRA DOLTREMARE. I SINDACATI PROTESTANO E SI CHIEDE LA SOSPENSIONENAPOLI – In seguito alla situazione che si è creata a Napoli per il piano di vaccinazione del personale medico, con file chilometriche di sanitari in attesa dell’iniezione alla Mostra d’Oltremare, con tempi di attesa di diverse ore sotto la pioggia, i sindacati di categoria insorgono e scrivono una lettera di protesta al Direttore Generale ASL Napoli 1 Centro e p.c. e al Presidente della Unità di Crisi Regione Campania, al Prefetto di Napoli, al Direttore Responsabile Servizio di Protezione e Prevenzione ASL NA-1 Centro e al Direttore UOC Sorveglianza Sanitaria ASL NA-1 Centro.

Ecco il testo della lettera firmata dai sindacati ANAAO ASSOMED, CIMO, ANPO ASCOTI FIALS Medici, Feder. Medici UIL FPL, CISL Medici, FESMED, AUPI, Fassid SNR – SINAFO, FVM e CGIL Medici ed SPTA

“Già con nota del 29/12/2020, indirizzata  al Direttore Generale, al Direttore Responsabile Servizio di Protezione e Prevenzione e al Direttore UOC Sorveglianza Sanitaria, noi rappresentanti aziendali per la ASL NA-1 Centro delle sottoelencate OOSS della Dirigenza Medica, Veterinaria e Sanitaria, chiedemmo di essere informati tempestivamente e nella massima trasparenza circa il programma vaccinale anti COVID-19, dettagliato in quanto ad organizzazione e criteri di priorità.

Nella stessa nota lamentammo che già in occasione dell’inaugurazione del 27 dicembre non c’era stata né trasparenza né l’auspicabile priorità, anche simbolica, per le categorie più a rischio e che hanno pagato il maggior contributo in malattie e decessi nella lotta contro la pandemia.

Purtroppo, come fin troppo spesso capita, l’Azienda ha preferito non rispondere, evidentemente perché, come sta emergendo, non aveva un vero e proprio programma organizzativo.

A tal riguardo facciamo presente che l’azienda, oltre ai doveri dell’erogatore dei servizi assistenziali per la popolazione residente nel suo territorio, ha i doveri  del datore di lavoro nei confronti dei propri dipendenti, trattandosi di prevenzione nei luoghi di lavoro.

code vaccini napoli pioggia 1200x1200 1 scaled PIANO VACCINALE, GIRONE INFERNALE ALLA MOSTRA DOLTREMARE. I SINDACATI PROTESTANO E SI CHIEDE LA SOSPENSIONEPremesso quanto sopra, protestiamo formalmente contro l’organizzazione della campagna vaccinale in corso, senza nessuno scaglionamento o criterio di chiamata (stiamo al passaparola!), e per il grave disagio del personale impegnato in lunghe ed estenuanti ore di fila, in piedi, senza adeguati servizi igienici o possibilità di ristori, al freddo e sotto la pioggia, prima di accedere all’area tecnica predisposta per praticare la vaccinazione anti COVID.

In queste condizioni diventa impossibile mantenere il dovuto distanziamento, con connesso messaggio deleterio alla popolazione che vede l’indecoroso spettacolo in foto o in TV proprio da parte di chi dovrebbe invece dare l’esempio a tutta la cittadinanza, e lo stress psico-fisico predispone a possibili malori anche post-iniettivi, in aggiunta al  rischio di contrarre malattie da raffreddamento, se non addirittura lo stesso COVID-19.

Tale situazione è intollerabile e mortifica migliaia di Operatori Sanitari che in questi mesi sono stati in prima linea contro la Pandemia. Né sarà tollerabile quando si passerà alla vaccinazione di massa. Migliaia di Dirigenti Medici, Veterinari o Sanitari,  Medici del 118, Specialisti Ambulatoriali, Medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta, operatori sanitari e socio-sanitari, o di altra funzione, delle strutture sanitarie pubbliche o private accreditate,  sono costretti a lunghe ore di coda alle intemperie per praticare la vaccinazione presso la Mostra d’Oltremare senza nessuna valida organizzazione nella chiamata e nell’accesso.

Rivendichiamo per TUTTI gli aventi diritto alla prima fase, nel rigoroso rispetto delle direttive ministeriali e della Unità di Crisi Regionale, indipendentemente dal loro contratto o sede di lavoro, la necessità di ricevere ordinatamente la vaccinazione a tutela loro e dei pazienti. secondo criteri di priorità condivisi e trasparenti che privilegino l’esposizione al rischio di contagio. Esprimiamo la nostra solidarietà ed apprezzamento a tutti gli operatori che in queste condizioni si stanno adoperando con grande impegno e professionalità per assicurare le vaccinazioni. Rivendichiamo per il personale di competenza il rispetto di tutte le tutele in materia di salute e di sicurezza dei lavoratori nel luogo di lavoro ai sensi della L. n.81/2008 e smi.

Ribadiamo la richiesta di una formale e dettagliata informativa sulle modalità di svolgimento della campagna vaccinale, significando che in caso di mancata risposta alle criticità di cui sopra attueremo tutte le iniziative a salvaguardia dei diritti dei lavoratori e della rappresentanza sindacale”.

Inoltre ANAAO ASSOMED, Associazione di Medici Dirigenti della Campania hanno scritto al direttore ASL NA1 Ciro Verdoliva e al governatore Vincenzo De Luca chiede “di sospendere l’attuale sistema vaccinatorio che può provocare danni gravissimi alla cittadinanza. Tanto a tutela della salute dei cittadini e dei sanitari”.(LEGGI)

Allegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui