OMICIDIO STRADALE ANGELA ELISEO, INIZIA IL PROCESSO IL 15 GENNAIO

0

angela eliseo ok 300x232 OMICIDIO STRADALE ANGELA ELISEO, INIZIA IL PROCESSO IL 15 GENNAIOMADDALONI – Dopo la sospensione delle attività giudiziarie imposta dal Covid-19 comincia finalmente domani venerdì 15 gennaio alle ore 11.15 il processo a carico  dell’imputato Luigi Giaquinto  per il reato p. e p. dall’art. 589 bis c.p. (omicidio stradale) innanzi la terza sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Giudice Monocratico, dott. Giuseppe MECCARIELLO.

L’uomo, alla guida di una moto da corsa di grossa cilindrata, investì mortalmente Angela Eliseo il 31 maggio 2018 in pieno centro a Maddaloni. Giaquinto travolse e trascinò per la strada la giovane mamma che attraversava Via Capillo in una zona molto frequentata ed all’ora di punta. La vicenda suscitò molto scalpore nella comunità maddalonese dove la donna era molto conosciuta ed apprezzata per le sue attività di volontariato e solidarietà.

Il ricordo di Angela Eliseo, della sua bontà e della sua drammatica morte è ancora molto vivo in città. Nel suo nome sono nate diverse iniziative benefiche come L’Emporio della Solidarietà che, in collaborazione con il Banco Alimentare Campania, fornisce viveri ed abiti, servizi sanitari ed assistenza a persone e famiglie indigenti.

Con la conclusione delle indagini, seguite dal Pubblico Ministero Dott. Sergio Occhionero e affidate al Comandante della Stazione dei Carabinieri di Maddaloni, Maresciallo Domenico Di Carluccio, ed il successivo rinvio a giudizio dell’imputato, si entra finalmente nel vivo del processo, che sarà celebrato con il rito ordinario presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Il marito della vittima Salvatore Del Monaco, la famiglia e gli amici di Angela Eliseo confidano pienamente nell’operato della magistratura e sono convinti che il processo consentirà di approfondire tutti gli aspetti e le responsabilità della drammatica vicenda. La comunità di Maddaloni invoca verità e giustizia per Angela Eliseo affinché mai nessuna famiglia debba più piangere per la fine di una moglie, di un figlio, di un genitore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui