PSR CAMPANIA 2014-2020, GAL ALTO CASERTANO FINANZIA ALTRI 18 PROGETTI DA REALIZZARE IN 12 COMUNI DEL COMPRENSORIO PER UN TOTALE DI 3,4 MILIONI DI EURO

0

GLI INTERVENTI RIGUARDERANNO LA RIQUALIFICAZIONE ARCHITETTONICA DEI BORGHI RURALI, L’ADEGUAMENTO DELLA VIABILITÀ COMUNALE, LA FRUIZIONE DI INFRASTRUTTURE RICREATIVE E TURISTICHE E L’AVVIAMENTO DI IMPRESE PER ATTIVITÀ EXTRA AGRICOLE NELLE ZONE RURALI, IN LINEA CON LA STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE “ALTO CASERTANO 2020” PER UNA CRESCITA INTELLIGENTE, SOSTENIBILE ED INCLUSIVA DEL TERRITORIO

PIEDIMONTE MATESE – Borghi rurali, strade comunali, centri di aggregazione, itinerari e percorsi turistici lungo la via Francigena ed attività extra agricole: sono gli ambiti di intervento contenuti nelle Decisioni Individuali di Concessione dell’Aiuto sottoscritte nei giorni scorsi presso il Gruppo di Azione Locale “Alto Casertano”.

A beneficiarne 18 tra comuni e privati cittadini ai quali, nella nuova sede del Consorzio, il presidente Manuel Lombardi, il consigliere anziano Ercole de Cesare ed il coordinatore Pietro Andrea Cappella hanno consegnato le D.I.C.A. relative alle diverse tipologie di intervento.

Fondi per oltre 3 milioni e 400 mila euro a valere sulle diverse misure contenute nella Strategia di Sviluppo Locale “Alto Casertano 2020” del Gal, approvata e finanziata dalla Regione Campania nell’ambito del Psr Campania 2014-2020, ed in fase di attuazione nei 48 comuni ricompresi nelle aree del Matese, del Monte Maggiore e del Monte Santa Croce.  

Con la Misura 7 t.i. 7.6.1, sono stati ammessi a finanziamento i progetti collettivi tra pubblico e privato di sviluppo rurale relativi alla riqualificazione del patrimonio architettonico dei borghi rurali dei comuni di Castello del Matese + 1 privato (€ 569.504,99), Ciorlano + 2 privati (€ 648.773,90) e Presenzano + 3 privati (€ 725.000,00) che vedranno il rifacimento delle strade interne ai rispettivi centri storici, con la posa in opera di basolato in pietra, e dei relativi sottoservizi e la realizzazione, da parte dei privati, di affittacamere e pizzeria.

Approvati con la Misura 7 t.i. 7.2.1, invece, i progetti di sostegno ad investimenti finalizzati alla viabilità comunale nelle aree rurali per migliorare il valore paesaggistico, presentati dai comuni di Rocchetta e Croce per l’adeguamento della viabilità di collegamento del borgo rurale di Rocchetta capoluogo alle aree rurali limitrofe, dell’importo di € 240.000,00; di Liberi per la riqualificazione della viabilità comunale Via Cupa-Via Rivo, per la somma di € 237.046,00; di Sant’Angelo d’Alife sul percorso ciclabile Grotta San Michele-Casa Comunale, per la cifra di € 226.492,87; e di Caianello per la riqualificazione di Via dello Scorzone e degli spazi attigui, nella frazione Aorivola, per l’importo di € 89.670,00.

Sempre sulla misura 7 ma tipologia di intervento 7.5.1, ancora, sono stati finanziati, per il sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative e turistiche su piccola scala, anche i progetti del comune di Teano per la valorizzazione della Francigena Strata Peregrinorum nel tratto Alto Casertano, per una somma di € 186.667,10; di San Pietro Infine per la riqualificazione e la messa in sicurezza del percorso esistente di collegamento tra il Santuario Maria SS dell’Acqua e le grotte della valle all’interno del Parco della Memoria storica per favorire l’accessibilità e la fruibilità turistico-ricreativa, per la cifra di € 199.035,00; e di Gioia Sannitica per la realizzazione di un itinerario cicloturistico attraverso le bellezze paesaggistiche, architettoniche e religiose nel contesto cittadino completo di un infopoint, per l’importo di € 199.705,06.

Infine, con la misura 6 t.i. 6.2.1 ad oggetto “Aiuto all’avviamento d’impresa per attività extra agricole nelle zone rurali”, sono state finanziate due pratiche di privati da 40 mila euro ciascuna per la implementazione di una macelleria a San Gregorio Matese (Mallardo Maria Luigia) e l’attivazione a San Potito Sannitico di servizi topografici (Di Buccio Ilario).

“Il nostro è stato il primo Gal a livello regionale ad aver concluso tutte le procedure istruttorie per la concessione dei fondi a valere sulle misure previste nella nostra Strategia di Sviluppo Locale, tanto da essere candidati ad ottenere una premialità in termini di risorse aggiuntive che la Regione Campania assegnerà nei prossimi giorni, così da finanziare ulteriori progetti presentati da enti pubblici e privati cittadini con ricadute positive sull’area dell’Alto Casertano”, dichiara il presidente del Gal, Manuel Lombardi.

“Siamo pronti a portare a termine la nostra SSL “Alto Casertano 2020” per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva del nostro territorio con la realizzazione degli altri progetti ammissibili ma non ancora finanziati per esaurimento della dotazione economica iniziale. Contiamo nei prossimi mesi, tra economie e premialità, di finanziare anche i restanti interventi in overbooking nelle varie graduatorie, come già accaduto in questo caso con le t.i. 7.5.1, 7.2.1 e 6.2.1”, afferma il coordinatore Cappella.