ASL, FILE, ASSEMBRAMENTI E INEFFICIENZA…E SI CHIUDONO I RISTORANTI? MA CHIUDETE L’ASL!

1

(f.n.) –  Sono davvero tanti i cittadini che, stufi della disorganizzazione di cui offre saggi gratuiti quotidiani, l’Asl di Caserta, telefonano per chiedere lumi…Parenti ed utenti che si sono trovati e continuano in questi giorni, a trovarsi ammassati e stipati in lunghe file davanti agli ambulatori al cui interno si effettuano le vaccinazioni anti Covid 19 e parliamo dei PO di Sessa Aurunca, Maddaloni e Marcianise. E meno male che il sole pietosamente si è dato una mossa e sta riscaldando l’aria, altrimenti ci chiediamo a quale santo avrebbero dovuto votarsi gli anziani, oggi costretti ad attese indecorose e vergognose! Una organizzazione messa in campo dagli strateghi dell’Asl di Caserta, che presenta coreografie drammaticamente simili a quelle che ricordano le deportazioni. Parliamo ovviamente degli anziani, soggetti fragili che devono essere accompagnati da parenti, amici o badanti e che, ovviamente e necessariamente contribuiscono a rendere le file ancora più corpose. Ma questo è uno dei problemi che la solerte Asl, vera fucina di geni della prevenzione, sembra ignorare. Al numero cospicuo di anziani si aggiungono le centinaia di docenti, anch’essi prenotati per la vaccinazione. E come se tutto ciò non bastasse, qualcuno ci ha riferito che all’accesso negli ambulatori, gli utenti devono presentare il famigerato consenso informato preventivamente scaricato e debitamente compilato. La domanda sorge spontanea…Ma quale consenso informato? Quello che si trova sulla piattaforma del Saniarp gestita dal mister tuttologo Michele Tari, o quello che si trova sulla piattaforma della Regione Campania? Già… perché coloro che si erano prenotati con il sito Asl di Caserta, cioè Saniarp, scaricando l’allegato consenso informato da compilare, non sanno che da qualche giorno la Regione Campania ha avocato a sé le prenotazioni, quindi sulla propria piattaforma, eliminando quella del Saniarp. Allo scopo ha fornito un suo modulo di consenso informato rendendo di conseguenza inutile ed inutilizzabile quello dell’Asl. Pertanto, coloro che avevano compilato quello del Sito Web dell’Asl, al momento della presentazione al centro vaccinale, se lo sono visti e se lo vedranno annullare e sono stati e saranno costretti a riformularne in loco un altro, quello della Regione…con il risultato che nessuno dei geni di cui sopra, sembrava aver preventivato: file intasate e assembramento… E non finisce qui, perché, il tempo a disposizione per l’operazione, ovviamente ristrettissimo, impedisce de facto, di leggere ciò che si dichiara e si firma. Alla faccia della prevenzione, dell’organizzazione e della trasparenza! E poi il problema dell’assembramento lo creerebbero ristoranti? Ma chiudete l’Asl di Caserta! Hasta el ridiculo!

1 commento

  1. QUI SI TRATTA DI CHIUDERE CERTA GENTE DELL’ASL E NON LA ASL. I FALLIMENTI E LE VERGOGNE SBANDIERATE DA CERTI INDIVIDUI ANDREBBERO PUNITE. NON MASSIFICHIAMO. NON SIAMO DA CONSIDERARE TUTTI AL PARI DI CHI NON SA GESTIRE, NON HA MAI SAPUTO GESTIRE E/O SI VESTE DELLA SOLITA PENOSA ARROGANZA ECC.. ECC…

    CHE VENISSE “DECAPITATO” QUALCUNO O QUALCUNI …. QUESTO CI SI ASPETTA.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui