CASERTA, SCRITTE SUI MURI: NAIM E APPERTI INTERROGANO L’AMMINISTRAZIONE SU SENSIBILIZZAZIONE E SANZIONI

0

CASERTA – “La libertà di espressione è un valore importante – spiegano i consiglieri Norma Naim e Francesco Apperti – ma è altrettanto vero che imbrattare i muri, nella maggior parte dei casi, è un atto di inciviltà ed è arrivato il momento di fare qualcosa”. E’ con queste parole che il gruppo consiliare di Speranza per Caserta presenta l’interrogazione protocollata al comune e indirizzata al sindaco Carlo Marino e agli assessori Pontillo (Patrimonio), De Michele (Beni Comuni), Monaco (Cultura), Vairo (Pubblica Istruzione) e Piazza (Decoro Urbano), con cui si chiede una maggiore attenzione al problema. “Nella nostra città il fenomeno è molto diffuso. Non ci si riferisce ai murales che sono da considerare vere e proprie forme di arte urbana, ma alle scritte sui muri che, veri e propri atti vandalici, rappresentano un danno economico per i proprietari degli edifici colpiti, compreso l’Ente, per quel che riguarda le strutture comunali. Chiediamo all’amministrazione di avviare una campagna di sensibilizzazione sul tema per promuovere comportamenti virtuosi e – concludono i consiglieri Naim e Apperti con la candidata sindaca Rosi Di Costanzo – per sapere se l’amministrazione intende attivare controlli e sanzioni per ristabilire il decoro della nostra città”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui