OSPEDALE, MOSSA VINCENTE DI GUBITOSA, NURSING UP NELL’ANGOLO…

0

(f.n.) – Sarà interessante osservare su quale base portante, verrà issata la bandiera dell’ennesimo saggio di arte sindacale ma soprattutto… come farà il sindacato di maggioranza ad intestarsi nuove vittorie, in nome dei diritti dei lavoratori, alla luce delle mosse di tutto rispetto, messe a segno dalla Gubitosa & Co. Infatti, ricordiamo che nel corso dell’ultima riunione di aggiornamento sindacale del comparto dell’Aorn, tenutasi nella seconda settimana di aprile, il sindacato di maggioranza, accampando motivazioni, ancora non del tutto chiare, abbandonò platealmente la seduta, elaborando nel day after, pretesti che andavano dalla mancata rilevanza attribuita all’anzianità di servizio, nell’ambito dei criteri di valutazione per l’attribuzione della fascia retributiva, alla decisione, peraltro condivisa a suo tempo, di erogare la fascia, in un primo momento soltanto al 50 per cento degli aventi diritto. Disdegnando ogni interlocuzione con direzione e sindacati presenti e quindi, vanificando ogni possibilità di dialogo, su altri eventuali argomenti, il sindacato di maggioranza, de facto, si precludeva ogni diritto a rivendicare co-paternità, relative a presumibili risultati positivi, che avrebbero potuto scaturire da quella stessa riunione, persino nel caso in cui, in quella sede, si fossero affrontati con successo, argomenti che avevano visto il sindacato di maggioranza presente ed attivo nel tempo. E poiché il diavolo fa le pentole ma non i coperchi…è andata proprio così e si potrebbe aggiungere una lunga sfilza di proverbi adatti al caso…del tipo: chi troppo vuole nulla stringe…il troppo stroppia…se tiri troppo la corda…si spezza… e chissà quanti ancora…Fatto è che dopo l’uscita ad effetto del sindacato di maggioranza, si è discusso dell’orario di servizio, del ticket mensa, della modulistica ferie ante 2019 ed oggi, da una nota della direzione generale dell’Aorn si apprende che è stato ufficialmente approvato “il riconoscimento dei 10  minuti complessivi destinati alle operazioni di vestizione e svestizione, oltre agli infermieri turnisti che già ne fruiscono, anche agli altri operatori del ruolo sanitario ed agli operatori appartenenti al profilo del ruolo tecnico, addetti all’assistenza”. Inoltre ad inizio orario sono stati riconosciuti ulteriori 5 minuti per operazioni di consegna agli operatori sanitari turnisti nelle UOC che garantiscono la continuità assistenziale H24. Inoltre, in accoglimento delle richieste sindacali formulate in occasione dell’incontro del 14. è stato concordato a decorrere dal prossimo mese di maggio, il riconoscimento del ticket mensa per i giorni di effettiva presenza dei lavoratori, che superano le sei ore lavorative. È appena il caso di sottolineare che si dovrebbe riflettere attentamente sul grado di lungimiranza e lucidità di un sindacato, che si ostinava a combattere una battaglia già persa, rischiando di sfracellarsi, quando a portata di mano e di ragionamento appena logico, vi erano risultati di antiche battaglie che si potevano raccogliere infine, senza fatica alcuna…Ma…non ci sono parole… soltanto spugne da gettare sul ring! Hasta la suerte!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui