BENEVENTO, LA MAGGIORANZA PUNTA IL DITO CONTRO L’OPPOSIZIONE

0

“Un’altra pagina triste e sgrammaticata sul piano istituzionale è stata scritta ieri nel Consiglio Comunale di Benevento. – Esordisce così la nota dei capigruppo di maggioranza al Comune di Benevento – L’opposizione all’amministrazione guidata da Clemente Mastella, per la prima volta nella storia dell’assise, ha provato a piegare la volontà popolare ai propri piccoli interessi di bottega, tentando di sbarrare le porte del Consiglio ad un rappresentante eletto dai beneventani.

Subentrando ad un consigliere dimessosi, il nuovo membro del consesso civico aveva necessità esclusivamente della ratifica dei suoi nuovi colleghi per poter esercitare le funzioni: un dovere per i rappresentanti istituzionali, necessario ad assicurare il regolare funzionamento del Consiglio e la sua completa composizione. Un passaggio, quello relativo alla ratifica dei subentranti, da sempre ritenuto un atto dovuto da tutte le forze politiche, di ogni epoca.

Infatti, solo questa opposizione ha pensato di poter strumentalizzare la questione sollevando dubbi ed obiezioni. A dimostrare la cattiva fede ed il tentativo di cercare solo il clamore mediatico, l’opposizione non soltanto non ha ritirato la pregiudiziale di fronte al parere del segretario generale, massimo organismo tecnico dell’ente, garante per tutti della legalità, si è poi astenuta rispetto all’ingresso del nuovo consigliere generando una frattura senza precedenti.

Non si ricordano episodi del genere, basti pensare che, di recente, proprio in occasione del subentro della stessa consigliera 5 Stelle, al netto delle divergenze politiche, si è registrata l’unanimità dei voti favorevoli.

Questa non è opposizione, ma è rinnegare il quadro restituito dalle elezioni. Non c’è nulla di più grave per chi si candida a rappresentare la volontà popolare che rinnegarla in premessa”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui