CAIAZZO BENE COMUNE PORTA IN CONSIGLIO IL CENTRO PER DISABILI NON ULTIMATO E L’EDILIZIA SCOLASTICA

0

DELLA ROCCA MONE E COSTANTINO 1 300x151 CAIAZZO BENE COMUNE PORTA IN CONSIGLIO IL CENTRO PER DISABILI NON ULTIMATO E LEDILIZIA SCOLASTICACAIAZZO – “Sono temi che dovrebbero avere la priorità e beneficiare delle risorse necessarie per giungere a una soluzione rapida e concertata, ma l’Amministrazione comunale è sorda e non si impegna su tali problemi irrisolti”.

Il Centro per disabili mai ultimato ed abbandonato a se stesso da anni e lo stato preoccupante dell’Edilizia Scolastica saranno i due argomenti al centro delle interpellanze del gruppo di Caiazzo Bene Comune che saranno discusse in Consiglio comunale, nella seduta di domani, lunedì 6 settembre.

Due temi spinosi ma di grande importanza per la comunità caiatina che vedono la minoranza impegnata da tempo per la loro risoluzione, senza trovare né ascolto né soluzioni da parte dell’Amministrazione comunale del sindaco Stefano Giaquinto, chiamato, però, a rispondere in aula su entrambe le vicende nella seduta in programma per domani, quando ad illustrare le interrogazioni saranno i consiglieri Marilena Mone, Mauro Carmine Della Rocca e Andrea Costantino.

“Riteniamo che tali questioni siano due priorità assolute che l’Amministrazione Comunale è chiamata ad affrontare con particolare impegno e urgenza, viste le necessità prossime future dei cittadini di Caiazzo ma anche gli auspicabili benefici economico-sociali che tali strutture potranno portare al nostro Comune.

Il Centro per disabili potrebbe rappresentare una grande opportunità in tema di servizi per la comunità e offrire altresì ampie possibilità occupazionali al nostro territorio, e invece versa da ormai diversi anni in uno stato di ignobile abbandono considerata la sua originaria destinazione d’uso: ad oggi offre ospitalità soltanto alle arnie che la Giunta ha deciso di collocarvi.

Qualche giorno fa, a seguito di richiesta presentata all’Ufficio Tecnico, abbiamo effettuato un sopralluogo all’interno dell’edificio. Ci siamo resi conto, ancora più di prima, che c’è bisogno di un intervento immediato da parte del Comune per salvaguardare l’integrità della struttura prima che sia troppo tardi per non considerarlo un grande fallimento in termini economici e sociali!”, spiegano i rappresentanti dell’opposizione.

“Riguardo all’Edilizia Scolastica, invece, crediamo che l’anno e mezzo che abbiamo trascorso in balìa dell’emergenza sanitaria, avrebbe dovuto indurre ad una maggiore attenzione al problema della scarsità di aule e della salubrità degli ambienti scolastici, ad esempio utilizzando i locali disponibili di Palazzo Egizi, già adibiti a edificio scolastico e, quindi, adeguati all’utilizzo e senza spreco di risorse economiche, o anche pensando all’istallazione di sistemi di ricambio e filtraggio dell’aria, per garantire una corretta salubrità agli utenti. Ci troviamo invece ad iniziare un nuovo anno scolastico nelle stesse condizioni dell’anno scorso!

Non solo, anche l’edificio scolastico “Elvira Giorno”, sede della scuola dell’Infanzia, continua ad essere chiuso e abbandonato a se stesso, per problemi strutturali insoluti da anni”, fanno rilevare da Caiazzo Bene Comune.

“Crediamo che questi siano tra i temi a cui l’Amministrazione dovrebbe dare assoluta priorità e che sia doveroso concentrare qui le necessarie risorse e il giusto impegno, in termini economici e politici, ma anche civici e morali, per giungere a una soluzione rapida e concertata, che riesca a risolvere problemi irrisolti”, concludono Mone, Della Rocca e Costantino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui